Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 424
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.44
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.49
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0477
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0477
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
424

rGINO BENVENUTO SUPINO

pietrasantino».3 Se il Trenta avesse detto: noi lo quali epoche tutte non poteva vivere Jo
Stagi, avrebbe avuto certamente più ragione; ma l'affermazione che anche nel 1532 o 36
aveva già cessato di vivere lo scultore pietrasantino, si dimostra errata col fatto, clic la morte
dello Stagi è accertata fra il 15 e il 25 giugno del 1563; dunque, tranne l'altare, che porta la
data del 1591, gli altri non solo possono a lui attribuirsi, ma sono, por i documenti pub-
blicati, assolutamente di lui.

La cappella di San Giorgio e San Giovanni Battista fu finita e mossa a posto nel 1532,
come si legge appunto nell'iscrizione della base della colonna a destra; ora, se lo Stagi,

Tav. 1. - FREGIO DI MATTEO CI VITALI FATTO PER LE CAPPELLE DEL DUOMO.

anche come vorrebbero alcuni, si fosse servito dei pozzi lavorati dal Cavitali, qualche indi-
cazione nel pagamento o nell'allogazione dell'opera apparirebbe cortamente nei vari registri
d'amministrazione della Primaziale, mentre invece l'ordinazione della cappella è chiara ed
esplicita, come può vedersi nel libro dei Creditori e Debitori: « M° Stagio di m° Lorenzo
diPietrasanta, de'avere a dì 4 d'aprile 1533, scudi secentoquarantotto, di lire sette, e sono
per due ornamenti di cappelle di marmo à fatte in duomo cioè: una di San Giovanni Ba-
tista e San Giorgio e l'altra di Santa Maria, e San Clemente, tutte a suo marmo e fattura ».2
Può darsi che il disegno del Civitali, in differenti proporzioni però, per il nuovo artistico
indirizzo, fosse seguitato dallo Stagi, o, meglio, che Videa, non potuta eseguire dallo scultore

Trenta, Memorie e documenti jier servire dir istoria
del Ducato di Lucca, voi. Vili, pag. 67.

Avoli. dell'Opera: Deb. e Cred. Paonazzo, pag. 302.
loading ...