Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 60
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.5
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.11
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0100
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0100
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
60

RECENSIONI

come ritiene il Motta, noi rimontiamo con esso agli nuovo libro del signor Morelli, comparso nel perio-
anni del maestro toscano nei qnali egli doveva dico The Academy del 3 maggio 1890, per quanto
ancora serbare abbastanza fresche le impressioni tenero della Madonna delle roccie della sua Na-

m

Wm

m

STUDIO DAL NUDO, DA UN DISEONO DIjLEONAEDO DA VINCI

(Nella raccolta r. di Windsor).

e le pratiche dell'arte portate a Milano dal paese
natio, più fresche ad ogni modo (se non ci fac-
ciamo illusione) di quello che appariscano nell'ori-
ginale di Londra. L'arguto critico inglese, signor
Claude Phillips in un suo articolo intitolato: Il

tional Gallery, osserva eh' essa "porta chiaramente
l'impronta della maniera posteriore milanese in quanto
si distingue dallo stile anteriore, fiorentino, dell'esem-
plare francese. Di un altro valente inglese poi sap-
piamo, ch'ebbe a suggerire l'ipotesi, che una copia
loading ...