Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 147
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.14
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.20
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0189
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0189
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
RECENSIONI

147

delle vicende politiche e degli ordinamenti civili,
e più tardi in virtù dei vincoli ecclesiastici che
durarono fino a quest'ultimi tempi, se alenili co-
muni del Cantone vennero illustrati da valenti
maestri d'arte, che andarono commisti coi maestri
comacini, ai (piali l'Italia medioevale deve parecchi
de' suoi maggiori monumenti.

Ee numerose illustrazioni che accompagnano il
testo consistono parte in incisioni ricavate quasi
tutte da disegni fatti con ogni cura dall'autore
medesimo e presi fedelmente sul luogo, parte in
zincotlpie riproducenti i più notevoli motivi di
plastica esistenti in diversi edifici.

Quanto al traduttore, sebbene esperto del-
l'idioma tedesco, egli ebbe sulle prime a superare
non lievi difficoltà; ma resosi famigliare a poco a
poco colla terminologia dell'arte medioevale, egli

potè progredire più sicuro. E poiché la stampa
camminò di pari passo colla traduzione, il lettore
non tarderà ad accorgersi come col succedersi delle
pagine anche la traduzione corra più spedita. Il
traduttore va poi specialmente lodato per l'esattezza
colla quale seppe rendere il concetto dell'autore,
il quale, conoscendo la nostra lingua, potè oppor-
tunamente rivedere il testo italiano, specialmente
rispetto alla nomenclatura ed alle citazioni. Queste
a certuni sembreranno soverchie ; ma trattandosi
di un lavoro destinato a servire di fondamento ad
altro lavoro scientifico sulla storia dell'arte nella
Svizzera, queste citazioni hanno un valore non in-
differente rispetto ai raffronti che sono richiesti
da una critica severa ed esatta.

(E F.
loading ...