Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 205
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.22
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.26
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0247
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0247
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA RICOMPOSIZIONE DELLE PORTE DI SAX ("LEM E NT E A CASA DMA

205

stessa diligenza, e per convincersene basta guardare il Castéllum Insule il quale fu con-
dotto con notevole riguardo.

Nell'eliotipia, a testimoniare l'autenticità della porta monumentale, ho voluto mostrarla
con tutto il materiale datomi in consegna, che ricomposi alla meglio in attesa delle
decisioni della Giunta consultiva di archeologia per un restauro regolare, ove lo credesse

PORTE DI ERONZO DI SAN CLEMENTE A CAS AUREA

opportuno, non credendomi io autorizzato di rifare ciò che più non è, abbenchè riconosca
necessario, anzi indispensabile, restituire all'edificio monumentale la propria fisonomia.

Nella prima fila di formelle in alto, incominciando da destra, abbiamo un rosone ; un
monaco con cappuccio in capo ; un regnante con corona e con scettro ; una figura in atto
di benedire, avente a destra la mitra ed a sinistra il pastorale (nella inquadratura di questa
formella si legge: IOHEL ABBAS); segue un regnante con corona e con lo scettro nella
sinistra, e nella destra un rotolo spiegato; quindi un altro rosone simile al primo.

Secondo il Bindi, 1 che ne attinse la notizia dallo Schulz, 2 mancherebbe una formella

1 Ct'r. V. Bindi, Monumenti storici ed artistici degli Abruzzi, p. 443. 2 Cfr. E. W. Schulz, op. cit., voi. II, p. 26.
loading ...