Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 217
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.22
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.26
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0259
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0259
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA RICOMPOSIZIONE DELLE PORTE DI SAN CLEMENTE A CASAURIA

217

nelli inetti e presuntuosi, che preposti da persone cieche per i miracoli dell' arte critica,
ne malmenarono la storia e l'edifìcio.

Con questo fine, mercè la fiducia di cui m'onora il regio Governo, si va accentuando
un restauro importante alla chiesa di Casauria, perchè possa decorosamente attestare della
civiltà antica e della presente.

Incominciai col dar principio ad un piccolo museo, che per la mancanza dell' invo-
cato soccorso, non potei ancora condurre a compimento ; ma di questo mi occuperò a suo
tempo. Così non trascurerò che la grande Abbazia Casauriense, che Lodovico dotò di tutti
i suoi beni per provvedere alla conservazione perpetua del venerabile luogo, dove furon
riposte le ossa del martire Clemente con quelle di altri martiri (voglio intendere quel monu-
mento eretto a commemorare la cacciata dei Saraceni dall' Italia, quelle ossa nelle quali
l'Augusto Imperatore volle tramandata la sua memoria e quella dei suoi commilitoni), non
trascurerò, dico, che sia posta sotto la tutela dello Stato, e venga regolarmente mante-
nuta, avendo il Governo l'obbligo di farla rispettare per sè, e il dovere di farla rispettare
per i posteri.

E questo un dovere che s'impone a chiunque abbia cuore per 1' arte, e s' inchini ai
ricordi del passato. Purtroppo nulla è eterno sotto le ali del tempo, ma nulla è più triste
della distruzione che gli uomini fanno a gara col tempo !

P. L. Calore.

Archivio storico dell'Arte - Anno VII, Faso. III.

0
loading ...