Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 236
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.29
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.30
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0278
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0278
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
236

abbiam potuto raccogliere. Non v' è dunque mai nelle varie partite il nome di uno di
quegli artisti, già noti per essere stati aiuti o assistenti di lui, come a San G-emi-
gnano, per esempio, Giusto di Andrea; nè si riscontra mai una di quelle frasi, a propo-
sito d'altri nomi, che possan lasciar aperto il dubbio; per questo abbiam voluto notare, col

LA VEKGINE COL FIGLIO E SANTI, DI BENOZZO GOZZOLI

(Fotografia Van-Lint)

sussidio dei documenti, che il nome del Machiavelli non apparisce mai nei libri di am-
ministrazione, e che, se dobbiam credere ai libri stessi, sarà necessario concludere eh' egli
operò da sè moltissima parte del lavoro eseguito durante la sua lunga permanenza a Pisa.

Del resto, ci pare perfettamente nel vero l'affermazione dei signori Crowe e Cavalcasene,
i quali hanno scritto, che tutte le opere lavorate a Pisa da Benozzo risentono della bottega,
e perciò, ad eseguirle, non deve essere stato impiegato che il tempo strettamente neces-
sario, dal momento ch'egli ebbe ancora, durante quel periodo, il costume di accettare
loading ...