Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 308
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.29
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.36
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0351
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0351
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MISC E L L A N E A

Notizie concernenti oggetti (l'arte, Musei e
Gallerie del Regno, ricavate dal Bollettino uf-
ficiale del Ministero della pubblica istruzione.

— Dal fascicolo del 30 novembre 1893 si apprende
che con decreto reale del 23 ottobre 1893 fu au-
torizzato il direttore del Museo civico Principe Gae-
tano Filangieri in Napoli ad accettare il legato di
annue L. 3500, disposto dal fu principe Filangieri,
fondatore del Museo stesso, aumentandone così la
dotazione a L. (5000 ; nonché il legato disposto dal
fu cav. Raffaele d'Ambra, consistente in una rac-
colta di componimenti teatrali, stampati e mano-
scritti.

Di questo cospicuo Museo legato in vita dal
benemerito patrizio alla sua città natale già si è
fatta una illustrazione in questo periodico (a. 2°,
fase. VII). L'aumento della dotazione accennata,
certo potrà riescirgli utilissimo non solo per la
migliore conservazione di quanto vi esiste, ma
eziandio per eventuali nuovi acquisti di oggetti
che avessero un nesso speciale con quelli che già
vi si trovano. Il legato del cav. d'Ambra poi vi
troverà degno posto nel riparto della Biblioteca
già esistente. Ed ecco come un primo nobile esem-
pio di beneficenza a favore della cultura del pro-
prio paese, oltre al merito suo particolare, ha pur
quello di richiamarne altri.

Dal numero del 7 dicembre 1893:

" Firenze - BB. Gallerie. — Si è autorizzato
il direttore di quelle Gallerie ad acquistare un di-
pinto ad olio su tela, rappresentante il famoso
capitano fiorentino Francesco Ferrucci. „ — Un
ritratto in tela, dipinto ad olio, del Ferruccio pro-
babilmente si avrà a ritenere una copia.

Sarebbe interessante il sapere se sia di data
antica o recente e se per avventura abbia somi-
glianza col bellissimo ritratto in tavola di giovine

guerriero in armatura (fig. la), opera di Pier di
Cosimo nella Galleria Nazionale di Londra, dove
passava già pel ritratto di Francesco Ferruccio. 1
" Ravenna - Cattedra d'avorio del vescovo Mas-
simiano. — Grazie alla condiscendenza della dire-
zione del Museo Oliveriano di Pesaro, questo
Ministero potè ricongiungere alla cattedra di Mas-
simiano un altro avorio, distaccato da quel celebre
monumento bizantino e già conservato in quel
Museo. „

Vuoisi qui rammentare che un altro dei rilievi
appartenenti alla stessa cattedra si trovava fino a
pochi mesi or sono esposto fra gli oggetti medie-
vali del Museo archeologico di Milano, dal (piale
potrà pure essere rimandato a Ravenna per rein-
tegrarvi quell'opera celebrata.

H dicembre 1893.

" Milano - Dipinti di proprietà dello Sfido e di
pertinenza della li. Pinacoteca di Milano, depositati
nelle chiese di Lombardia. — Le ispezioni fatte alle
chiese, ch'ebbero ne'passati tempi e sin dal Regno
italico in deposito alcune opere rimaste nei magaz-
zini dell'accademia di Milano, hanno dato i seguenti
principali risultati :

" A Gerenzano (Saronno, provincia di Mi-
lano), si è trovata la Pietà di Bartolomeo Vivarini,
proveniente dalla chiesa della Carità di Venezia ;

" A Rovellasca (Saronno, provincia di Mi-
lano), si è riconosciuta per opera di Iacopo Bellini
la tavola rappresentante la Vergine in trono col
Bambino ;

" A Casiglio (presso Erba, provincia di Como),
si è esaminata la tavola rappresentante la Vergine

1 Vedi in proposito: Arte italiana del Rinascimento, di Gu-
stavo Fkizzoni, p. 251.
loading ...