Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 416
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.44
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.45
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0459
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0459
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
II,; PIETRO GiAxrrzzi

pagare per parte de pagamento detti elicti novecento (incuti ducati duicento dor (sic) con </nesto
che ci dicto magistro giorgio sia tenuto et obligato hauer facto del dicto lavoro et opera fine (sic)
alte liste detti balconi in termine de uno anno et infine del dicto anno El cornano prefato sia

de cornice facti de pietra secondo dimostra dicto
disegno: promise ancora fare tutto II cornicione a
torno la loggia secondo quel pezzo fatto sopra il
primo arco ad sue spese di sfrucono e manifactura
excepto II gregio (.sic, per greggio) de muratorj e robba
quale tocca tocclia (sic) al magnifico comune: perno
(sic) secondo lordine et misura de esso mastro pere-
grino : Et questo perche durj meser (sic) giuhannj,
ser piergentile e giuhannj boccanemicj deputatj et
Commisarij prefafrj In nome del magnifico comune
de ancona per loro et loro successori promissero (sic)
e conuennero adectu (sic) mastro peregrino presente
stipulante e recipiente per se e suj Heredi ad esso
mastro peregrino dare pagare e numerare senza al-
cuna lite e questione o, uer (sic) molestia omni rasion
de Iure et de facto remossa per sua fatiga (sic) In-
dustria magisterio e spese de colorj oro e altre cose
necessarie adicta (sic) opera excepto che delle sopra
espresse dichiarate Scudi Mille et dojcento de mo-
neta de grossj vintj per scudo del qual cottimo fa-
tighe Industrie e spese e pintura de esse dicto ma-
stro peregrino In presentia de dictj testimonj e di
me notario In fra scripto se chiamo (sic) contento e
confesso hauere hauto e receputo da dicti deputatj
de denari d'esso magnifico comune per mano del suo
depositario scudi trecento similj Renumptiando etc.
delli qualj scudi Trecento dicto mastro peregrino
per se e suj heredj fece allj supradictj deputatj pre-
senti stipulanti e recipienti come de fine e quieta-
zione etc. Il resto de dieta quantità ciò è scudj noue-
cento similj li dicti deputatj In nome dessa Magni-
fica comunità per loro et loro successori promisero
e convennero a dicto mastro peregrino presente sti-
pulante e recipiente come de sopra ad esso mastro
peregrino dare pagare e numerare senza alcuna lite
In questo nostro Comune la terza parte facto II
terzo de dieta opera : laltra terza parte factj doj terzi
dessa opera et lultima terza parte finita tutta lopera
secondo II bisogno desso mastro peregrino In fra
dictj tempi secondo il suo volere e di li innanzi (?)
ad omni requisizione e petizione de dicto mastro
peregrino. Pacto auto tra le diete partj a che mastro
peregrino sia tenuto e cosi promise attendere alla
Fabbrica della loggia Circa alarchitettura del Cor-
nicione a basso et lauoro delle prete viue et de mu-
ratorj In tutta la fazzata de nanzi e de dietro verso
D mare e dalli latj e domni altro lauoro che ricerca
allarchitefrtura senza dimandare alcun premio delle
sue fatighe remettendosi totalmente per tal conto
In essj deputatj et esso mastro Peregrino non possi
astringere essj deputatj a pagamento alcuno per tal

conto: per II qual mastro peregrino et ad sue pre-
ghiere e commodamento messer Angelo ferretfrj dan-
cona (il quale diegli ad architetta re il proprio no-
bilissimo Palazzo, che ammirasi in quella città in
via Guasco, marcato ora col numero 6 rosso) sa-
pendo non essere obligato ma volendo essere tenuto
et obligato non ui dolo nel metu ducto ma de sua
mera libera e spontanea volunta per se e suj heredj
promise e conuenne allj supradictj deputatj presentj
stipulanti et recipienti come de sopra che dicto ma-
stro peregrino expedira e darà finita dieta opera
secondo che di sopra ha promesso saluo Juxto Im-
pedimento di morte di malatia e de altro Caso si-
nistro che non potesse seguire essa opera che dio
noi uoglia alias de suo proprio reficere promisit:
Et in caso de dicto Impedimento se habbi a uedere
lopera sino alhora facta e sue fatighe et chi hauera
a refar refaccj alla mancanza de dictj Mille e doi-
cento scudj: Que omnia et singula supra dieta diete
partes dictis nominibus et quelibet Ipsarum ad
Inuicem et uicissim etc. sub pena dupli diete quan-
titatis etc. cum obligatione omnium suorum hono-
rum etc. que bona etc. In quibus bonis etc. Pro
qui bus etiam omnibus et singulis suprascriptis fir-
miter attendendis et Inviolabiliter observandis vo-
luerunt diete partes et quelibet Ipsarum dictis nò-
minibus posse conuenirj ubique locorum mundi etc.
Et obligauerunt se In forma Camere apostolice etc.
Jurauerunt. „

" Sub anno Domini 1561 In dictione (sic) quarta
tempore Sanctissimi In Xpo patris et Domini nostrj
et Domini nostrj (sic) Domini Pij diuina prouidentia
pape quarti. Die Quinta mensis decembris actum
Ancone in fundico heredum quondam Johannis Tho-
masi de ancona supra posito (cioè nel luogo indi-
cato in un atto irrcceclentc) presentibus Domino ber-
nardino florentio de auximo et perotio Johannis
marie de macerata habitantibus ancone testibus etc.
Supra dictus magister peregrinus in praesentia etc.
fuit vere contentus et confessus habuisse et rece-
pisse a Magnifica comunitate ancone per manus
eius depositariorum et per eam a supra dictis regu-
latoribus Johanne Senato Ser petro gentiles Senile
et ser pero truglione (Torriglioni?) dictos scutos
Mille et ducentos prò eius labore et opere sopradicte
lodie: Item scutos tricentos et quinquaginta monete
prò eius labore secundi cottimj prò Indorando cor-
nicionum et faciendo aliqua ornamenta In eo, Ima-
ginem beate Marie virginis et imaginem beati qui-
riacj protectoris Ciuitatis nostre Ancone Item scutos
octuaginta tres et unum tertium prò eius labore in
loading ...