Archivio storico dell'arte — 7.1894

Seite: 469
DOI Heft: 10.11588/diglit.19206.44
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19206.46
DOI Seite: 10.11588/diglit.19206#0512
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1894/0512
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MARCO PALMEZZANO E LE SUE OPERE

469

n. 9) 1 diamo la fotografia per mostrare l'errore in cui caddero il Serra, il Buccolini, il
E-affaelli ed altri quando l'aggiudicarono al Melozzo ed al suo allievo. La interessantis-
sima pittura proviene dal convento detto di Sperimento, vicino a Camerino, costruito dalla
comunità a' tempi di San Francesco per provare i nuovi suoi alunni. Fu trovata colà, così
ci scrive il eh. can. Santoni, all'epoca della soppressione, ed ora sta nelle sale del Municipio.

Tav. XXII. - LA MADONNA CON SANTI ED ANGIOLI, ATTRIBUITA AL PALMEZZANO

(Casate Nuovo)

Ci pare perfettamente inutile descrivere la pittura in discorso : la riproduzione di essa
(tav. XXIV) parla assai chiaro, e meglio della parola. Quanto al suo autore, il Santoni
stesso ci scrive che alla scuola forlivese certo si accosta assai. Xoi invece pensiamo che
l'autore del dipinto si debba cercare in qualche pittore dell' Italia settentrionale, special-
mente veneto. Gli studiosi marchigiani che hanno la fortuna di possedere molte cose di
Carlo Crivelli sarebbe opportuno che con esse stabilissero confronti. Non è improbabile
che la bella tavola di Camerino appartenga ai primi anni di quell'artista. Certo è che nè
alla scuola marchigiana nè a quella romagnola devesi esso attribuire. Sarebbe poi oppor-
tuno indagare se i due ritratti inginocchiati non rappresentino qualche personaggio illustre :

1 Vedi anche in Archivio storico dell'Arte, anno VII, fase. II, p. 69.

Archivio storico dell'Arte - Anno VII, Fase. VI.

10
loading ...