Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 126
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.2
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.11
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0135
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0135
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
126

NUOVI DOCUMENTI

IIL Una « provvisione » del Reggimento di Bolo-
gna sul lavoro dei muratori.

Il documento che riportiamo non è senza inte-
resse per la storia dell'arte muraria nel principio
del xvi secolo, oggi in cui si cerca di conoscere
un po' da vicino i rapporti che regolavano tra di
loro gli architetti, gli operai e i costruttori per
conoscere l'importanza che ad ogni classe spettava.

1532.

« Provisione sopra le manifature de lavorieri de
muradori et altri simili et quanto si debbiano pa-
gare prede, cuppi, gesso, calcine et simile ».

— Essendosi da molti mesi in qua per le Triste
condittionj de Tempi tollerato dalli Signori Reggi-
menti di questa Città che molte opre manuali et
prezzi di diverse robbe si sono alterate, et accre-
sciute da quello che era il consueto et ordinario
suo. Et hora vedendosi le cose alargate per la dio
gratia in asai miglior stagione et forma di modo,
che honesto e a ridure anchora li detti prezzi à
quello conveniente segno, che vi sia l'honesto gua-
dagno de l'operario, et venditore et ancho che chi
na di bisogno le possi bavere senza eccessiva iat-
tura, come si e oportunamente pensato, et havuto
condegno riguardo: Impero si sono per lor Signo-
rie limitati statuiti ed ordinati à le infrascritte
robbe et opre li prezzi, che qui di sotto si dirano.
Et così per parte dello 111. S.or Governatore della
città di Bologna di volunta et consentimento delli
Mag.ci et possenti Sig.rì Antianj Consoli et Conf.ri
di giustitia del popolo et commune della Città di
Bologna, et eziandio delli Mag.ci S.ri Quaranta Re-
formatori del Stato della liberta della detta Città.
Si commanda à tutti et qualunque persona che
fara mestieri compreso nella presente grida, che
da mo manzi debbano osservare quanto in essa
e ordinato, non debbano dare ne vendere le dette
robbe, ne opere o maestranze a più prezzo di quello
si dira, che e questo ciò è:

Il muro di oncie xviij per pertica stabilito L. 4.10.0
Il muro di oncie xiij » 8.10.0

Il muro di oncie viiij » 2.10.0

Il muro di oncie iiij » 1.15.0

Il muro di oncie ij, come di sopra » 1.5.0

Le salegate a Terreno con una salegata

matta di sotto la pertica » 1.15.0

La salegata su lo Terreno semplice » 1.5.0
La salegata a Tassello » 1.5.0.

Le volte su la Terra stabilite » 4.10,0

Le volte a lunette a crusiere et a botte in

su l'armadura stabilite L. 7.0.0.
Le stabiliture discalcinate smaltate et im-
biancate » 1.0.0
Le stabiliture delle muraglie » 0.10.0
L'opera delli buoni maestri al tempo della

estate con le spese » 0.8.0

Lo inverno » 0.6.0

L'opra di detti maestri la estade per sue spese » 0.11.0

Lo inverno » 0.9.0

L'opera de Manoali la estade con le spese » 0.4.0

Lo inverno » 0.3.0

L'opera de manoali la estade a sue spese » 0.7.0
Il verno intendendo l'estade dal principio di

Aprile fin per tutto il mese di Ottobre » 0.5.0
Cavamento delle Tuade portando la Terra

a le mura per pertiche » 12.0.0
La calcina in Bologna non si possa da ogni

Tempo vendere la corba più di » 0.10.0

Il gesso in Bologna la corba non più » 0.3.6

Et alle fornase non più » 0.2.6
Li Asinari per il conto di Sabbia sino alla

piazza » 1.0.0

Et più avanti » 1.4.0
Li pozzari a cavar fondamenti a ragione

de piedi lunghi pie tri et cavo uno » 0.3.0
Per pie di pozzi cavati et murati di preda

in cortello » 0.6.0
Le prede commune condutte a Bologna il

migliaro » 5.15.0

Le prede larghe da salegare » 6.5.0

Le Tavelle da coverto » 7.15.0

Le Tavelle da salegare » 6.5.0

Li quadri da Tassellare » 6.5.0

Le prede grosse » 12.0.0

Li cuppi communj » 7.15.0

Cuppi grandi l'uno » 0.2.0

Bittoni da pozzo il migliaro » 6.10.0

Le prede communj di fora in contado » 4.10.0

Li Cuppi » 6.0.0

Sotto pena alli Maestri muradori di lir x. ali
Calcinari, Gessaroli, Asinari, Pozzari et Manuali
di soldi xx per qualunque volta contrafaranno, et
alli fornasari di soldi quaranta per ogni migliaro
di lavoriero, che venderanno di più della limita-
tione predetta, da applicarsi la meta allo Accusa-
tore et lo resto alla Camera di Bologna ».

(Archivio di Stato di Bologna. — Pontificio. —
Provvisioni, Y (1529-1535), c. 79, r. e seg.).

Francesco Mal aguzzi Valeri.
loading ...