Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 226
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.15
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.23
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0235
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0235
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
,LANKA

Sgraziatamente questi affreschi, che trovansi
nella navata destra della chiesa suddetta, avendo
sofferto per lungo abbandono, dovettero essere per
ordine del Ministero restaurati.

1° novembre:

« Milano - Museo archeologico. — Fu acquistato
per quel Museo il monumento sepolcrale di Gio-
vanni Fagnano, in forma di sarcofago, sorretto da
tre mensole. Nella fronte, tra due stemmi, è effi-
giato in bassorilievo il Fagnano, in atto di essere
presentato alla Vergine e al Bambino; a lato stanno
due santi ed agli angoli sono rappresentati gli
apostoli Pietro e Paolo. In ciascuno dei fianchi
trovasi una croce; e nella parte inferiore della fronte
si ha l'iscrizione con la data MCCCLXXVI».

— Da Genova viene comunicata la partecipa-
zione fatta dal R. Governo nella somma di L. 20,000
al ristauro eseguito in un monumento, il quale per
parte di persone competentissime fu giudicato il
più bell'edifizio di architettura militare del Me-
dioevo che esiste in Italia, già pe' suoi pregi anno-
verato fra i monumenti d'importanza nazionale.
Si tratta della Porta soprana o di S. Andrea.

— Dal Veneto vien segnalato il ristauro di
un'opera aggiudicata al Carpaccio, esistente nella
chiesa arcipretale di Noale (prov. di Venezia). Rap-
presenta S. Giov. Battista cogli apostoli Pietro e
Paolo e trovavasi in sagrestia, mentre ora è stata
trasportata a destra dell'aitar maggiore. Con buona
pace del Bollettino, che la qualifica per opera della
più bella maniera di quell'artista, lo scrivente, che
ebbe a vederla anni or sono, credette ravvisarvi
un dipinto che non arieggia se non alla lontana
affatto in alcune cose il Carpaccio.

22 novembre:

« Trapani - Marsala. — In considerazione della
eccezionale importanza delle scoperte di antichità
testà avvenute a Marsala, nell'area dell'antica Li-
libeo, e nella fiducia che ivi avvengano altre sco-
perte di alto valore scientifico, il Ministero ha
approvato il progetto del direttore del Museo na-
zionale e degli scavi archeologici, prof. Salinas,
relativo alla prosecuzione delle ricerche archeolo-
giche in quel sito ».

6 dicembre:

Firenze - Museo Nazionale. — Viene segnalato
l'acquisto di un bassorilievo in terracotta del se-
colo xv, rappresentante la Vergine col Bambino,

cui porge omaggio il piccolo S. Giovanni. Reca
qualche traccia di policromia.

Prato. — Scoperta di un tabernacolo entro la
grossezza di un muro in una stanza a piano ter-
reno del palazzo comunale. Nel tabernacolo era
incollata un'antica stampa dipinta col soggetto della
Crocifissione, opera pregevole del secolo xv o del
principio del xvi. Restaurata e posta entro cornice
sotto cristallo è andata ad arricchire la Pinacoteca
comunale di quella città.

Venezia. — Pratiche per ricollocare la tela della
Presentazione della Vergine al tempio, di Tiziano,
appartenente alla Pinacoteca regia, nel suo posto
primitivo nella Scuola della Carità, compresa
nell' àmbito delle Gallerie stesse. (Ora vi si trova,
ed eccita vie più l'ammirazione generale).

13 dicembre:

« Firenze - lì. Galleria degli Uffizi. — Nel ca-
seggiato con torre, via Porta Rossa, 6, in Firenze,
espropriato dal Municipio fiorentino, per il riordi-
namento del centro, fu anticamente una terrazza
aperta, con un dipinto del Franciabigio, eseguito
in una parete di quella, e ricordato dal Vasari.
Rappresenta il Noli me tangere. Esso è stato acqui-
stato per le RR. Gallerie di Firenze ed è già stato
staccato dal muro, per opera del. signor Fabrizio
Lucarini. L'intonaco su cui l'affresco è eseguito
fu separato dal muro mediante il disfacimento di
questo, ed assicurato su graticcio di filo di rame,
tirato su da un telaio di legno. L'operazione è rie-
scita felicemente ; e l'affresco non ha una scalfitura
di più di quelle che già si avesse quando trova-
vasi al sesto piano della casa di via Porta Rossa ».

— Il Ministero ha esperito il diritto di prela-
zione per 11 incisioni antiche di speciale interesse,
provenienti dalla collezione del defunto signor Luigi
Angiolini di Milano, che stavano per essere espor-
tate all'estero, e le ha acquistate per conto della
R. Galleria degli Uffizi.

« Venezia. — Nomina di un Consiglio di vigi-
lanza, incaricato di consigliare, dirigere e sorve-
gliare con ogni assiduità le riparazioni ai dipinti,
allo scopo di salvaguardare i dipinti stessi da de-
perimento e da inconsulti restauri.

Milano. — Per iniziativa dell'on. architetto ca-
valiere Luca Beltrami, direttore dell' ufficio regio-
nale per la conservazione dei monumenti della Lom-
bardia, fu aperta a Milano, col mezzo della pubblica
stampa, una sottoscrizione cittadina a favore dei
restauri artistici di quel castello, la quale ha già
loading ...