Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 333
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.33
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.34
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0342
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0342
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
IL TRITICO DI BORGOMANERO

333

Senonchè, a ritenere il nostro tritico del Bugnate, o del Della Cerva, osta il confronto,
che si può fare con le altre opere generalmente attribuite a quei due pittori.

Quanto al Della Cerva, infatti, basta ricordare la «Deposizione» in Sant'Ambrogio di
Milano, l'« Adorazione dei Magi» in Santa Maria di Busto Arsizio, il «Presepio» inSanta
Maria del Castello di Milano e « Cristo che appare a San Tommaso e agli Apostoli» nell'ora-
torio della chiesa di San Lorenzo di Milano, e quanto al Zanetti, il « San Cristoforo» sulla
parete esteriore della chiesa di San Marco in Varallo, lo « Sposalizio di Maria Tergine» nella
chiesa di Santa Maria di Loreto in Tarai lo, ora disgraziatamente rovinato affatto.

Oltre a ciò, il nostro tritico venne dedicato, secondo gl'inventari, nel 1567; mentre le
ultime memorie, che si hanno del Della Cerva, rimontano a molto prima; poiché del 1546

Fio. 2a. - DETTAGLIO DEL TRITICO DI BORGOMANERO

abbiamo il suo testamento, fatto in favore dell'ospedale di Milano, coll'obbligo di dotare ogni
anno due povere zitelle, e nel 1548 lo vediamo commettere ad Alessandro Taezio, suo amico,
di vendergli una casa in Novara, e dopo non si sa più nulla di lui. E per ciò che si rife
risce al Zanetti, le pitture che ricordammo aver egli eseguite a Borgomanero, rimontano,
secondo il Cotta, sino al 1536, e del 16 ottobre 1545 è l'istromento Pelicciari, che lio ricordato
e che appare rogato vari anni appunto dopo l'esecuzione dell'opera.

*

& *

Abbandonati adunque, oltre al nome di Gaudenzio, anche quelli del Della Cerva e del
Zanetti, occorre volgersi altrove per scoprire chi sia l'autore del nostro tritico.

E di fatto, osservandolo diligentemente, si rinviene nel coltello di San Bartolomeo, posta

predictum in solutum datum et iuris cessio non esso quondam domini Bernardini ac domino Bartholomeo de

fictum etc. ac in omnibus iuxta formam novarum con- vegis fìlio quondam domini baptiste atnbobus de Burgo-

stitutionum etc. ac inde etc. cum clausulis del»itis etc. manerio notis etc. »

« Presentibus testibus domino lucha de vegis fìlio
loading ...