Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 334
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.33
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.34
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0343
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0343
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
834

lì quasi marca di fabbrica, la sigla J. V., onde si può argomentare che queste fossero appunto
le iniziali del nome del pittore.

Ma, per quanto avessimo studiato, forse non saremmo mai riesciti a saperne di più, se non
ci fossero giunte in aiuto la bella biblioteca dell'ing. Stefano Molli (dove, benché non cata-
logate, sono raccolte e custodite con affetto meraviglioso tante preziose memorie inedite
dei nostri cari paesi) e l'opera intelligentissima e paziente del proprietario, che vi rinvenne,
in un quaderno senza titolo, la seguente annotazione:

« L'anno 1556 è seguita convenzione fra la comunità di Borgomanero unitamente
al Curato Florio Lanfranchino e li Preti Giovanni Pietro De Yeggis, Giuseppe di Bugnate
e due pittori, per formare un'ancona sopra l'aitar maggiore, come risulta dall' istrumento
2 settembre detto anno, rogato Pelizzari Francesco, e questa è l'ancona che si trova nella
Scuola » ;

e nel volume intitolato: «Memorie e notizie attinenti a Borgomanero raccolte dall'av-
vocato CarPAntonio Molli, 1794-95 » (nella seconda faccia della pagina 32), la seguente me-
moria, staccata e cancellata, probabilmente perchè altrove utilizzata nel contesto:

« Nell'anno 1566 si è fatta dipingere e fare l'ancona dell'aitar maggiore, quale si
conserva in oggi nella confraternita del SS. Sacramento — Yedi istr. 2 settembre detto anno,
rogato Pellizzari Francesco — e resideva in Borgomanero nell'anno 1680 Giorgio Zanobio
intagliatore ».

(Il numero 1680 era stato scritto prima 1580, e il 5 corretto poi in un 6).

*

* *

Non rimase dunque, dietro queste scoperte, che rinvenire nell'Archivio di Novara quanto
ancora vi si conserva dell'accennato istrumento, ed eccolo:

« Reperitur in abreviaturis instrumentorum rogatorum per quondam Franciscum Pelli-
ciarum notarium publicum Burgimanerij adesse instrumentum unum tenoris sequentis vi-
delicet: Pacta et conventiones inter sequutas per Communitatem Burgimanerij et dominum
magistrum Joannem de Rappa et dominum magistrum Hieronimum de Yaroldis pictores —

« In nomine Domini — Amen. Anno a nativitate eiusdem 1566 Indictione nona Existente
potestate terre Burgimanerij et Marchionatus eiusdem Magnifico Domino Joanne Antonio
Colpana die lune secundo mensis septembris hora in tertijs in Burgomanerio et in pallatio
dicti communis sito iuxta plateam publicam dictae terre et in praesentia praedicti domini
Praetoris et cum eius auctoritate etc.

« Ibique dominus Joannes Antonius migonus filius quondam domini Petri consul et de
Consilio dicti Communis Burgimanerij et Joannes Antonius de Ravello fìlius quondam Jaco-
bini etiam consul dicti Communis — dominus Franciscus de Zapellono fìlius quondam domini
Joannis Antonij, dominus Johannes de Leonardis fìlius quondam domini Baptiste — dominus
Andreas de Solario fìlius quondam domini Francisci — dominus Bertramottus de Solario
fìlius quondam domini Joannis Petri — dominus Franciscus de Yegis fìlius quondam domini
Luce — dominus Johannes de Zerglia fìlius quondam domini Mathei — Lanfranchus de
Mijono fìlius quondam Antonij — Magister Johannes Baptista de Roxignano fìlius quondam
Johannes Petri — Baptista de Bertramo fìlius quondam Bertrami — Laurentius de Scijono
fìlius quondam Jacobini — Joannes Maria de Lepora fìlius quondam Bartholomaei et magi-
ster Joonnes Bartholomaeus de Yertemate fìlius quondam domini Joannis Marie — Omnes
consiliarij et de consilijo dicti communis nominibus proprijs ac nomine et vice aliorum de
dieta communitate absentium prò quibus absentibus promiserunt de rato etc. Sub obliga-
tione infrascripta et una cum eijs venerabilis dominus presbiter Florius de Lafranchino
fìlius quondam domini Jacobi curatus ecclesie santi Bartolomaei parochialis dictae terrae
Burgimanerij, dominus presbiter Joannes Petrus da Yegis fìlius quondam domini Christo-
loading ...