Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 364
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.33
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.36
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0373
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0373
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
364

GEROLAMO BISCARO

saben, partito improvvisamente, nell'autunno 1521 si era fatto venir da Venezia mistro"Zan
Jeronimo depentor coli'incarico di finir la pala. A parte il riflesso all'età sua giovanile (con-
tava appena 22 anni), è a notarsi che il Pennacchi dai suoi contemporanei fu sempre cono-
sciuto sotto il nome di Gerolamo da Treviso. Del prenome di Giovanni non vi è traccia nelle
Vite del Yasari, il quale ebbe con lui rapporti personali, nè in quelle del Iiidolfi e neppure
nelle Genealogie delle famiglie trivigiane del Mauro.1

Non devo sottacere una circostanza che a prima giunta pareva dovesse confermare l'opi-
nione più diffusa; ed è che nei registri battesimali della cattedrale di Treviso il Pennacchi
figura battezzato sotto la data del 2 febbraio 1499 coi nomi di Gerolamo-Giovanni.2

Tuttavia la coincidenza dei nomi non mi sembrava sufficiente a spiegare perchè negli
atti del convento si fosse menzionato il successore del Pensaben con un nome che beusì gli
apparteneva, ma ch'egli non era solito di portare, invertendo l'ordine col quale gli era stato
imposto, ed omettendo il cognome Pennacchi, a Treviso assai noto per la famiglia che da
luuglii anni vi aveva dimora. Nè riuscivo a comprendere perchè il Pennacchi — che a Tre-
viso aveva madre e fratelli — si fosse fatto spesare dal convento.

Questi miei dubbi non erano una novità. Già l'abate Lanzi {Storia pittorica, Bassano,
1809, voi. Ili, pag. 63) aveva mostrato di non credere all'identità di mistro Zan Jeronimo
con Gerolamo da Treviso, osservando che questi non si trova nominato mai da cittadini o
da esteri altrimenti che Girolamo.

Tornando al Savoldo, ripeto che il raffronto della pala di Brera con quella di Treviso
prova ad evidenza che questo artista, autore incontestato della prima, eseguita per i frati
domenicani di Pesaro — nel gradino su cui il San Gerolamo poggia il piede sinistro si

la pubblicazione fattane dal padre Federici nell'opera
citata:

Dal libro detto Procuratici dall'anno 1510 al 1529.
Pag. 229. 1520, Aprile, adi 13 dati a Yettor Belli-
mano per nome de Frà Marco Pensaben da Yenetia per
capara del depenser della Pala dell'aitar grando.

L. 49, s. 12

Pag. 232. Adi 24 (Aprile). Dati per carne e un po-
lastro quando venne Frà Marco Pensaben da Yenetia
depentore della Pala dell'aitar grando . . L. 0, s. 10
Adi detto (4 Maggio) dati per un polastro per Frà
Marco infermo e per uova fresche . . . . L. 0, s. 4
Adi 11 detto (Agosto), dati a Frà Marco Maraveja

per aver lavora nella pala L. 6, s. —

Pag. 243. Novembrio.

Adi 27. dati a Fra Marco per parte della so mer-
cede per depenzer la Pala dell'aitar grando L. 131, s. 1 3
Pag. 250. 1521.

Adi 30 Genaro. Dati a Fra Marco depentor per parte

del depenser la Pala L. 6, s. 4

Pag. 262.

Adi 16 (Luglio 1521) dati a Frà Alvise per essere
andato a Padova, a Monselice, a Este, a Legnago, ed
a Soave a cercar Frà Marco Pensaben, cbe il dovesse
venir a compir de depinser la Pala dell'aitar grando,

per andar e tornar in Treviso L. 3, s. 6

Item (27 Luglio 1521) dati a m.° ieronimo depentor
per capara de fornir la pala del aitar grando. (In mar-
gine: m° Zan jeronimo palla) L. 43, s. 8

Pag. 267.

Item (14 Settembre) dati a m.° Zan Jeronimo depen-
tor per suo viazo da venetia a tarviso per lui et so
compagno Et uno forcier L. 3, s. —

Item dati per companedigo delli sopraditi L. 6, s. 16

Pag. 269.

Item (5 Ottobre) dati a m.° Zan jeronimo depentor
per parte del depenzer la Pala dell'aitar grando.

L. 124, s. —

Pag. 270.

Item (12 Ottobre) dati per vin vechio per el depen-
tor compro lui L. 3. et per suo companadico L. 6. e
per L. 3 de candele de seu a s. 12 monta in tuto

L. 9, s. 12

(In margine: palla m. Zan jer. depentor).

Item (19 Ottobre) dati a Mistro Zan Jeronimo depen-
tor per resto e saldo de sua mercede de fornir la Pala
del aitar grando L. 80, s. 12

Adi 21 detto (Ottobre) Dati per far la vernise da in-
vernisar la Pala dell'aitar grando L. 3 —

Adi ultimo detto (Ottobre) dati al depentor per esser
venuto a dar la vernise alla Pala dell'aitar grando L. 6 —

1 Cod. autog. nella Biblioteca comunale di Treviso,
n. 1089. Famiglia Penacchi.

2 « Eo die (1499, 2 febbrajo) baptizatus futi Iliero-
nimus Joannes filius ser petri marie de penachis. Compa-
tres eius fuerunt magister Allibai intagiator et bertolomeus
tornarius de Como ».
loading ...