Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 415
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.41
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.42
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0424
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0424
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA PINACOTECA SCARPA DI MOTTA DI LIVENZA 415

rappresentato d'altronde non impedisce affatto di ritenere che il medesimo avesse già com-
pito i suoi 30 anni d'età. Sapendosi il Sanzio nato nel 1483, il dipinto di conseguenza non
andrebbe posto in tempo anteriore al 1513. E questa circostanza ben si afferma in grazia
degli indizi già sensibili dell'influenza michelangiolesca che si fa sentire in quest'opera di
intendimento severo, che ce ne richiama altre analoghe di Fra Sebastiano, quali sono, per es.,

Fig. 6. - LA SACRA FAMIGLIA, DI FR. FRANCIA

(Galleria Scarpa)

l'Andrea Doria di casa Doria Panfìli a Roma, l'uomo dalla pelliccia nel palazzo Pitti, il
Federico da Bozzolo della raccolta del marchese di Landsdowne a Londra, e via dicendo.

Per un altro verso non sapremmo convenire con chi vorrebbe assegnare il ritratto ad
anni così inoltrati, quali sarebbero quelli intorno al 1517,1 v. a. d. ad un anno di distanza
appena dalle grandi e affatto michelangiolesche sue opere della Risurrezione di Lazzaro,

1 Questa opinione è espressa in una elaborata mo-
nografia intitolata: Die Kilnstìerische Laufbbahn des Se-
bastiano del Piombo bis zum Tode Raffaels. Inaugural-

Dissertation zur Erlangung der philosophischen Doc-
torwiirde nn der Universitiit Leipzig, von Friedrich
Propping. Leipzig, 1892, pag. 52.
loading ...