Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 418
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.41
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.42
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0427
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0427
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
418

il ritratto (lei Suonatore di violino, dello stesso autore, fu venduto teste a Parigi, a quanto
ci venne asseverato da fonte attendibile, per l'egregia somma di 750 mila franchi.

Dopo il quadro sunnominato, quello clie attrasse maggiormente, e non a torto, le sim-
patie del pubblico nella Galleria Scarpa fu il tondo dell'Adorazione del Bambino attribuito
a Cesare da Sesto (flg. 2). Il Fumagalli, autore di una raccolta d'incisioni da opere di
pittura, riunite in un volume sotto l'intestazione di: Scuola di Leonardo da Vinci, 1 ebbe
a ritrarre questo tondo quando si trovava a Milano presso la famiglia Masserati. Oggi non

Fio. 9. - IL BAMBINO GESÙ SULLA PAGLIA, ATTRIBUITO AL MARATTA

(Galleria Scarpa)

avvi buon conoscitore il quale non vi riconosca la mano di un altro seguace del grande
toscano, vale a dire di Giov. Antonio Bazzi, da noverarsi fra i pittori appartenenti alla
Scuola lombarda pur esso, non tanto per esser nato nell'antico territorio del Ducato di
Milano, cioè a Vercelli, quanto perchè le sue opere, in genere, rivelano tutte, dal più al meno,
la sua derivazione dall'arte lombarda leonardesca.

E cosa interessante da osservare come presso i nostri buoni artisti certi soggetti siano
da loro stati ripresi in fasi diverse del loro sviluppo. Così, come Raffaello rappresentò nei
suoi primi tempi con quasi infantili fantasmagorie il suo San Michele circondato da mostri

1 Scuola di Leonardo da Vinci in Lombardia o sia di quel gran maestro, disegnate, incise e descritte da
raccolta di varie opere eseguite dagli allievi e imitatori Ignazio Fumagalli. Milano, Stamperia Reale, 1811.
loading ...