Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 1.1895

Seite: 434
DOI Heft: 10.11588/diglit.19207.41
DOI Artikel: 10.11588/diglit.19207.43
DOI Seite: 10.11588/diglit.19207#0443
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1895/0443
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
diego sant'ambrogio

Comunque sia, e poiché già ci siamo ad abbondanza estesi per dimostrare come i meda-
glioni di Carpiano devono essere provenienti non da più, ma da un unico monumento
andato distrutto alla Certosa di Pavia verso Ja metà del xvi secolo, giudicheranno gli studiosi
di arte in qual misura debba tenersi conto di questa presuntiva ricomposizione di quei
marmi e medaglioni. In ogni modo la loro importanza e bellezza artistica è tale da meritare
vengano meglio conosciuti dagli intelligenti, e da giustificare pienamente il vivo desiderio,
che nasce in chi li osserva, di accertare, anche approssimativamente, da qua! angolo della
insigne Certosa siano essi pervenuti a Carpiano, e di tentarne fin d'ora, pur nel buio fìtto
che regna al riguardo, una ragionevole ed accettabile ricomposizione.

Diego Sant'Ambrogio.
loading ...