Arco, Karl  
Delle arti e degli artefici di Mantova: notizie (Band 2) — Mantova, 1857

Seite: 288
DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arco1857bd2/0293
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
288

e sopratutto di fede religìosa e fervente espressa in ogni movenza ed in ogni alto delle figure,
onde anche soli bastano a rendere prova dell’ anlico valore Italiano nelle arti. E quì senza dilun-
garci più oltre ci basli nolare che i pregi di questi lavori sono comuni a quelli di altri eseguiti
all’ epoca stessa entro la chiesa di Gradaro, dei quali abbiamo discorso nel primo volume (4).
Perehè poi si mantenesse memoria di tanto preziosi dipinli e della sapienza di chi li aveva operati,
il nostro Municipio eotnmise al Sig. Giuseppe Razzetli di rilevare in disegno a colori tutte le sin-
gole parti e frammenli di quelle pitture e quei disegni furono deposti nel Museo Municipale di
Mantova.

ANNOTAZIONl

(1) — Quollo oggi distinto dal civ. N. 103 e posseduto dai marchesi Castiglioni.

(2) — La contrada oggi pure nominata del Fossato dei bovi.

(3) — Le memorie patrie ricordano Bonaccorso abate di S. Andrea al 1241 ; Filippo prima preposto
della cattedrale in patria poi vescovo in Fernio al 1278 ed in Trento al 1290; Pielro e Giovanni l’uno ca-
nonico l’ altro, come era stato lo zio, esso pure abate di S. Andrea al 1513.

(4) — Si veggano i disegni alle tavole 9. a e 10. a, e quanlo fu scritto ad illustrazione di questi al
ìib. 1, cap. I, § 3. a pag. 14.

II _ ]Von a molto W. Nocl Sainsbury pubblicò il libro intilolato : Original unpablished
papers illustrative of the life of Sir Peter Paul Rubens as an artist and a diplomatist. Preserved
in H. M. Slate paper office, With an appcndix of documents respencting the Arundelian collection;
the Earl of Somerset’ s colledion; tlre great Manluan colledion ; the duke of Buckingham, Gentile-
schi, Gerbier, Honthorst, Le Sueur, Myttens, Torrentius, Vanderdoort, ccc. London, 1859. (1) In
questo libro si contengono notizio interessanti aìla storia delle arli del nostro paese, le quali per-
ciò crediamo utile brevemente accennare.

Pier Paolo Rubens venuto in Mantova raccomandatovi dal duca Àlberto fu nominato da Vin-
cenzo Gonzaga gentiluomo di camera e pitlore di corte; (2) ed al 1C05 mandalo in Ispagna poi
a Roma per trar copia dei migliori e più celebrati dipinti. Mentre era in Roma dipinse tre quadri
per la cappella di S. Elena che a quel tempo era fatla dal Duca assestare enlro la chiesa di Santa
Croce. (5) Quindi Pier Paolo lornato in Mantova ritrasse dipinto Vincenzo Gonzaga, ai di cui ser-
vigi si tenne fìno all’anno 1611, serbando scmpre dippoi grata memoria dcl soggiorno che aveva
falto quì in Mantova. In prova di questo ultirao fatto è riferita la letlera seguente scritta al 10 di
agosto del 1630 in Antwerp da Rubens al De-Peires:

» Dall’ Ilalia mi è giimta la triste notizia che gli Imperiali al 22 luglio presero Mantova
» d’assalto colla perclita della maggior parle dei suoi abitanti. Ciò mi reca grave dolore da che
» per molti anni ebbi a servire la casa dei signori Gonzaga e da che godelti in quel paese di
» ìungo e delizioso soggiorno. Sic erat in falis. »

Molto inleressanti poi sono i documenti pubblicati dal Sainsbury, riguardanti la collezionc
d’oggetti d’arte fatla dai Gonzaga fino al 1628, perchè ci fanno conoscere che molti di questi
erano stati venduti prima che Mantova al 1650 fosse presa e saccheggiata dagli Imperiali. Rile-
vasi infatli clie Carlo I re d’ Inghilterra all’ anno 1625 mandò in Italia a provvedervi scelti ’dipinti
Nicola Lenier suo maestro cli musica e ad un tempo giudice competente e gran dilettante dì pit-
lura. Questi tenne pratiche con alcuni negozianti e principalmente con Daniele Nys francese al
fìne che gli procurasse 1’ acquisto dei monumenti d’ arte posseduti dai duchi di Mantova. Sono
riferite molte Iettere scritte sopra qucsto argomento dal Nys, delle quali in una spedita da Vene-
zia al 27 aprile del 1628 ricorda che prima ancora che accadesse la morte di Vincenzo Gonzaga
loading ...