Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 1.1875

Seite: 44
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1875/0049
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
44

ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

uno Stefano già vescovo di Clermont che aveva donata
la chiesa di Rivara; un altro Beraldo di Mercceur ed un
altro Odilone decano di Brioude di lui nipoti che confer-
marono ed ampliarono quella donazione nel 1171 (1), ratifi-
cata poi nel 1173 da Lodovico VII.
I nomi di Odilone, di Beraldo e di Stefano si ripetono
ad ogni generazione nelle tre genealogie che abbiamo dei
signori di Mercoeur, i primi quasi sempre come dignitari
delle chiese di Puy e di Brioude, ed i terzi nelle sedi epi-
scopali di Puy e di Clermont. Qui torna indispensabile il
metterci davanti le tre tavole genealogiche per cercare di
riconoscervi i personaggi di cui c'importa scoprire il tempo
in cui vissero, e che deve per necessità essere anche stato
quello del nostro monumento. Mi limito però a riprodurne
da parte in cui compariscono i nomi che ci interessano.
Secondo il Baluzio, la genealogia dei Mercceur, a partire
da Beraldo il Grande, è la seguente :

EERALDO IL GRANDE

I I • I . I I I ||
■S. Odilone Ebbone Eustorgio Beraldo Bertrando Guglielmo Itterio Stefano
Prevosto
di N. S. di Puy

Ab. di Cluny

Beraldo Guglielmo Beraldo Stefano Ildegario
Prevosto Canonico
di N. S. di Puv, di Puy
poi Vescovo di Clermont,
1051, detto di Polignac
nella Gallia Cristiana,
deposto nel 1076

Itterio Beraldo Geraldo Roberto Beraldo Odi'lone
Beraldo

(1) Docum. cit del Cart. N° XLIX e N° LXVII.
loading ...