Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 1.1875

Seite: 72
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1875/0078
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
72

ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

forse avrebbe ricevuto molestia, e sarebbe stato trattato da
scemo; ma ai forestieri d'ordinario si condona sempre di
più, e quantunque il nome del Peruzzini non appaia nel
catalogo dei cavalieri Mauriziani, pubblicato dal Ricci,
essendo questo lavoro segnato di molte omissioni, non
basta a far fede negativa, e quei pochi che parlarono di
lui avendolo distinto sempre con quel titolo, è verosimile
ch'egli siane stato insignito.
L'ultima sua lettera o nota è del 3 giugno e d'assai più
onorevole, siccome quella che sol s'intrattiene di quanto
alla sua professione attiensi « gran quadro all'altare mag-
giore di S. Lorenzo di lunghezza piedi 2 '/„ di un' oncia
l'uno e di larghezza 6 1ji dipintovi il martirio di S. Lorenzo
con figure di numero venti dal naturale, con gloria, angioli
e figure ignude, soldati, armature od abiti diversi ed arnesi
concernenti a detto martirio. Secondo quadro per Ciamberì
fattomi far da M. R. per il signor abate della Perosa e di
lunghezza piedi 2 !/, e di larghezza 6 e dipintavi la Ss. Tri-
nità e la Ss. Vergine con angeli ed a piedi S. Paolo Apo-
stolo, S.Maurizio, il beato Amedeo, quale raccomanda la
città di Ciamberì alla Ss. Trinità che detta città sarà soste-
nuta da un angelo vicino a detto beato, e da una parte vi
sarà M. R. in ginocchioni che fa divotamente
orazione ».
I dipinti adunque conosciuti del Peruzzini ed eseguiti in
Piemonte sono: i santi Cosimo e Damiano, in una cappella
della chiesa di S. Francesco d'Assisi di Torino, indicati dal
Vernazza nella nuova guida di questa città del 1781, con
queste parole: « Nell'ultimo altare i santi Damiano e Cosmo
sono del cavaliere Giovanni Peruzzini anconitano, scolaro
di Simone da Pesaro che fu insignito del titolo di cava-
liere di S. Maurizio dall'Altezza Reale di Savoia ».
Nella chiesa di S. Lorenzo, appartenente allora ai chierici
regolari teatini, illustrati appunto a quei dì dal rinomato
loading ...