Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 1.1875

Seite: 150
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1875/0159
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

in trono col Divin bambino nudo, che regge nella sua de-
stra il globo terracqueo (simile in ciò al trittico del battistero
del duomo di Chieri); ed è sospesa sul suo capo, da due
angioli con ali rosse, un' aurea gemmata corona.
I due santi Crispino e Crispiniano le stanno l'uno a de-
stra e l'altro a sinistra; ed i loro compartimenti sono sor-
montati da ovali rappresentanti l'uno S. Agostino in abito
di monaco e colle insegne vescovili, e l'altro S. Monica (i).
Questo trittico, segnato colla data 1535, ha metri 2,24 di
altezza e metri 1,68 di larghezza.
La predella è divisa in tre scomparti da quattro divisioni
in forma di scudi rappresentanti gli emblemi del mestiere
o professioni dei due santi.
Nel primo scomparto è effigiato l'arresto, nel secondo la
flagellazione, nel terzo l'immersione nella caldaia bollente.
Questo trittico è di rara bellezza, specialmente nella pre-
della ove i vari gruppi sono disposti, dipinti e disegnati alla
Raffaellesca. Basterebbe questa predella a collocare il Defen-
dente De Ferraris fra i migliori artisti del suo tempo.
Valvole e tavole isolate già appartenenti ad antichi trittici.
— Trovansi pure in detta chiesa di S. Giovanni appese al
muro laterale, a comu evangelii dell'aitar maggiore, due
valvole di trittici rappresentanti la tentazione di S. Antonio
e S. Cristoforo.
Ed altre due nella nave di mezzo, in prospetto al pulpito,
rappresentanti S. Sebastiano e S. Rocco: e per ultimo una
tavola di molto pregio, a corna epistola; dell'aitar maggiore,
sulla quale sta effigiata S. Lucia ed il vescovo S. Nicolao,
dipinti tutti del Defendente De Ferraris o della sua scuola.

(1) Ho serii dubbi sopra questi due ovali, che a mio giudizio appar-
tennero forse ad un altro altare.
loading ...