Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 1.1875

Seite: 152
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1875/0161
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
152

ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

i° Dipinto rappresentante S. Nicolao in cappella patro-
nata dei Settesoli. Questa tavola è descritta negli atti di visita
pastorale fatta negli anni 1584 e 1591.
2° Altro trittico colla data 1500 nella cappella del Corpus
Domìni patronata della Società Ccedroriun, come da atti di
visita pastorale del 1584 e 1591 ecc.
30 Trittico della cappella patronata Gay rappresentante
la conversione di S. Paolo, dichiarato preziosissimo in vi-
sita pastorale del 1595.
40 Trittico in cappella patronata dei Balbi di Chieri,
con tavola di S. Bartolomeo, descritta in visita pastorale
del 1598.
50 Trittico di S. Bernardino descritto in visita pastorale
fatta da monsignor Cibo nel 1551.
6° Tavola in cappella patronata dei Provana di Leynì,
e quindi dei Tana, rappresentante S. Giuseppe sposo di
Maria.
7° E per ultimo, trittico all'aitar maggiore rappresen-
tante nella parte superiore la Beata Vergine Maria, e nella
parte inferiore, disposti in quattro scomparti, S. Giovanni
Battista titolare, S. Andrea apostolo, S. Francesco d'Assisi
e S. Sebastiano martire. Di questo importante trittico è fatta
menzione da monsignor Peruzzi in visita pastorale del 1584.
Tutti questi dipinti descritti nelle visite pastorali di mon-
signor Cibo 1551, monsignore Peruzzi 1584 e monsignore
Broglia di Mombello del 1591, andarono dispersi, e sparirono
in tempi di guerra, e non rimangono più in S. Giovanni
se non i quattro trittici e le valvole separate sopra descritte,
nonché i frammenti raccolti nella casa parrocchiale.

rimento di queste preziose tavole, le quali stanno ben sovente neglette
per molte e molte generazioni in abitazioni particolari, od in magaz-
zeni di sacrestia, e talvolta, come si narrò più sopra, sono dagli igno-
ranti adoprate ad uso di imposte o sportelli, o distrutte.
loading ...