Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 2.1878

Seite: 115
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1878/0120
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
OGGETTI ANTICHI TROVATI A MONTEU DA PO, ECC. II5

Nondimeno la dispersione degli oggetti, o a bello studio
ricercati, o frutto di eventuali scoperte, fu ed ha continuato

David crede di aver riconosciuto, che dentro di un pozzo sia una
statua di persona di grandezza naturale. Soggiugne, che sarebbe disposto
a cavarla dal fondo dove giace, se sapesse, che, tratta fuori, sarà, dove
occorra, stimata, e acquistata da S. M. o dalla R. Università. — Io
non dubito, che questa onestissima domanda sia trovata tale da tutti,
e però, che si possa benissimo aver per fermo che sarà accolta be-
nignamente e dal Sovrano e dall'Ecc. Magistrato della Riforma. Ma
prima di tutto e anzi che far rumore della scoperta, conviene, secondo
pare, che si accerti il fatto medesimo e le circostanze, ecc.

a Per tale oggetto io mi rivolgo a VS. Ill.re e Gent.ma. Faccia in
modo, la prego, che si possa quanto prima sapere il giusto di tutta
questa faccenda. E imminente l'arrivo di S. M. Sarebbe cosa ben grata
per me di poterle dar ragguaglio di cosa, per cui, son persuasissimo,
che S. M., per quell'amore che ha delle arti e degli [S. E. lasciò nella
penna la parola) si mostrerebbe soddisfattissima , né mancherebbe di
commettere al dottissimo sig. cavaliere Gazzera di prendere più minuta
cognizione d'ogni cosa, senza che se ne facesse men che palese il
merito di VS. ili.e che avrebbe dato sicuro fondamento, se pur fosse,
a ciò che per adesso è voce e sospetto, più che certezza e verità di
fatto. Aspettando dalla gentilezza di VS. Ill.re quella pronta risposta
che la prego di farmi, passo all'atto di ripprotestarmi con ogni stima
distintissima

« Ill.re sig.r Maggiore

11 suo obb. off. servitore
» C Cesare Saluzzo *

« ni?e Sig. Ispettore, » 9 X 34.

a Mille grazie. Già il successo aspettavo che fosse tale che vedo
dall' amabilissimo foglio del sig. Ispettore, al quale ne fo tanti distin-
tissimi ringraziamenti. Bene mi spiace di essere stato per cosa da riuscir
in nulla, cagione di cosi notabil incomodo a VS. Ill.re. Ma non perciò
posso non saper grado a chi me l'ha procacciata, della favorevole
occasione datami di rinnovarle ogni atto della distintissima stima e
affettuosa devozione del

a suo obb. aff. servitore
a C. Cesare Saluzzo ».

a li 3 gen.o 1835.

a Avendo I'E. V. permesso ch'io seco lei fossi, allorquando ella col
sig. cav. Gazzera riconosceva il luogo dov' esisteva l'antica città
loading ...