Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 2.1878

Seite: 129
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1878/0136
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
artisti subalpini in roma

129

Segue al breve di Pio V ia seguente lettera di presen-
tazione o d'avviso delParrivo del Guasco in Fano.

« Molto magnìfici signori:

« Nostro Signore confidando molto nella diligenza bontà
et ualore del signor Cesare Guasco s'è risoluto mandarlo
costì con ordine che debba reuedere quella fortificatione
et prouedere al bisogno d'essa. Non mancarete de receuerlo
et uederlo uolentieri come so che farete et per confermarci
con la mente de Sua Beatitudine et per li meriti proprii
di questo honorato Gentil'huomo Et nel resto Sua Santità
vuole che cotesta Comunità consegni effectualmente a chi
ordinarà esso sigr Cesare li danari che si troua in mano
per conto di detta fortificazione, et respondino et sborsino
secondo ch'egli commetterà per suoi mandati. Vuole an-
cora S. S. che lui reueda li conti delli mille scudi del sus-
sidio triennale peruenuti in mano vostra per causa de detta
fabbrica, onde douete mostrarli le scritture pertinenti a tale
effetto. Et sapendo che uoi eseguirete tutti questi ordini
senza replica alcuna non mi estenderò in altro se non ch'io
mi offero di continuo. Di Roma alli 18 di 8bre 1566.

a Tutto uostro II Cardinale
« Alessandrino » (1).

(A tergo)

« Affi molto magnifici amici nostri carissimi
il Confaloniere et Priori di Fano ».

Cesare Guasco, a dì 28 8bre 1566 con sua patente datata
da Fano, nominava Gioseffo Thomasini depositario dei de-
nari della fabbrica delle fortificazioni. Invece di essa io

(1) lbid., fol. 6.
loading ...