Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 2.1878

Seite: 132
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1878/0139
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
132

ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

15 d'oro in oro dati al cave Pacciotto d'Urbino architetto
uenuto qui d'ordine dei SS" Padroni di Roma per dar
ordine alla fortificatione di questa città per sua recogni-
tione et il restante si è speso per alloggiarlo all'hosteria
della Posta scudi 66.13.15 » (1).

Cinque armi furono messe sulla Porta di S. Leonardo
di Fano fatte in marmo da mastro Francesco Mario de
Anton Maria da Padova scalpellino. Una era quella di
S. Stà, le altre quattro di personaggi non disegnati, fra le
quali vi doveva esser forse quella di Cesare Guasco.

Maestro Tarquinio pittore ne dipinse gli ornati (2).

Mi si permetta, per render maggiormente importanti
queste notizie, di aggiugnere queste altre pure inedite
sugli architetti, che avevano preceduto i nostri alessandrini
nei lavori alla Rocca ed alle mura di Fano, tanto più
perchè esse furono sconosciute all'Amiani, il quale raccolse
nel 1751 diligentemente le notizie istoriche della sua città.

« Mro Vincentio Locadelli da Cremona scudi 138 dati
lui in recognitione delle fatiche ch'egli ha fatto nel dessi-
gnare la pianta di tutta la città et oltra nell'assistere ai
muratori et mostrargli ordine col qual tirassero innanzi la
fabbrica del baluardo, come ne appare da due pagamenti
l'uno a 23 gennaro l'altro 8 d'apIe 1555.

« Item. scudi 2 bajochi 11 pagati a Gargamello hoste
per pasti dati a Me Gallasso architettore, dal quale si rieb-
bero auertimenti intorno alla fabbrica.

« Me Nanne architettor fiorentino mandato a ueder la
fabbrica in recognitione del tempo che qui stette et del
cartone della pianta della città che egli qua fece e lassò a 20
di luglio 1559 scudi 90.

(1) Ibid., fol. 203.

(2) Ibid., fol. 188.
loading ...