Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 2.1878

Seite: 252
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1878/0273
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
252

ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

lognola (Tav. XVIII n. i, 2, 3), ed un quarto vasetto di terra
fine e leggera (Tav. XVIII n. 4); ma qui pure fu rilevata
la presenza di un frammento di stoviglia di terra impura
e di rozza forma.

150 Tomba scavata lungo la strada vicinale, con pareti
e coperchio di tegoloni: racchiudeva una grande e rozza olla
di terra scura, ed un'altra più piccola giallognola, lavorata
al tornio, due vasi ansati a collo stretto (Tav. XVIII n. 1) e
un'anforetta della stessa terra e lavoro (Tav. XVIII n. 2), una
rozza coppa infranta, una lucerna, un vasetto di leggeris-
sima terra scura (Tav. XVIII n. 3) e una piccola coppa a
vernice rossa. Diede pure, oltre molti frammenti di figu-
line, un'armilla (Tav. XVIII n. 5) e un anello di argento
che reca incisa una palma (Tav. XVIII n. 4).

160 Questa tomba, scoperta dagli operai della ferrovia
lungo l'anzidetta strada vicinale, era formata di tegoloni
piegati e ben conservati: dei varii vasi, in essa raccolti, e
che andarono in frammenti, pochi furono salvati, che pro-
babilmente appartenevano ad altri sepolcri. Tra i vasi della
solita terra nericcia d'impuro e grossolano impasto, formati
a mano, si notano: una grande olla cineraria (Tav. XIX n. 1),
l'unica ben conservata, un orciolo (Tav. XIX n. 2), tre coppe,
un'altra coppa con vernice nero-lucida (simigliante a quelle
ottenute dalle necropoli di Golasecca e di Castelletto Ti-
cino) e un frammento di vaso di terra grossolana con ornati
a bottoncini (Tav. XIX n. 3); di terra fine e leggera una
piccola coppa (Tav. XIX n. 4); di terra gialla un piatto, un
vaso ansato (Tav. XIX n. 6) e un orciolo (Tav. XIX n. 7) ed
altri frammenti di stoviglie; di terra verniciata in rosso una
patera, dalla quale è scomparso nell'interno il nome del
figulo, e quasi distrutto all'esterno quello del possessore a
graffito (CARVN ?); di vetro un'ampolla (Tav. XIX n. 5) e
un'altra più piccola difformata dall'azione del fuoco; di
loading ...