Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 3.1880

Seite: 35
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1880/0039
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
dell'antica città d'industria

35

ed altra di sua eccellenza il signor conte e primo presi-
dente Caissotti delli 18 di detto mese ed anno (i), dirette
alla comunità di questo luogo per la facilitazione delle ri-
cerche, si è portato in detto tempo e fece fare diverse esca-
vazioni e scoprì diversi antichi edifizi di fabriche, ed in essi
diversi pavimenti di camere lastricate e lavorate alla mo-
saica con piccole pietre, marmi e minuti, dal quale non è
a mia scienza siansi ritrovate antichità preziose e di riguardo,
e furono poscia dal medesimo tali ricerche abbandonate ».

Alle esplorazioni del Rivautella non pare adunque che sor-
ridesse la fortuna; ned egli lasciò memoria in quali punti del
piano d'Industria avesse praticati gli scavi, e di quanti e
quali edifici fossero state messe in luce le fondamenta. Del
che è sommamente a dolere, tanto più che s'ignora, se tut-

comune aggradimento principiato. In attenzione pertanto anche del-
l'onore de' di lei comandi in particolare con tutta sommissione si co-
stituiamo — di V. Eccellenza — umil. obbl. osseq. servitori il Sindaco e
Consiglieri di Monteu da Po — Monteu da Po li io giugno 1752 //.

(1) Alla lettera del Caissotti, che mi è sconosciuta, rispondevasi con
la seguente : » E stato consegnato a questo Consiglio il foglio stimatis-
simo di V. Eccellenza dal sig. abbate Rivautella in data 18 sudetto
maggio, nottiziante la ricerca delle cose antiche che possino rittrovarsi
in cottesti terreni da S. M. determinata, senza pregiudizio d'alcuno et
con sodisfazione et indennizazione de' particolari, et che occorrendo
se li dii da questa Comunità l'aiuto che può da essa dipendere. In
obedienza di quanto V. Eccellenza si è compiacciuta significarci si èia
Communità offerta et s'offerisce in ogni tempo d' esercitare in effetto
quello, che non solo per debito, ma anche per genio, ha d'incontrare
la reale accondescenza ; ed essendosi già da detto sig. Abbate dato
principio a detta ricerca, abbiamo il bene d'accertare V. Eccellenza,
che il maneggio che tiene detto sig. Abbate di così distinta pullitezza
in detta commissione è onninamenje uniforme alle significateci reggie
determinazioni, di modo che dà luogo per ora di differire in altro
tempo ogni nostra offertali cooperazione, della quale se ne può sempre
compromettere et assicurare a seconda de' reggi voleri. In attenzione
pertanto d'ulteriori di lei commandamenti con perpetua sommessione si
costituiamo — di V. Eccellenza — Monteu da Po li 10 giugno 175a —-
umili, osseq. servitori il Sindaco e Consiglieri di Monteu da Po u.
loading ...