Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 4.1883

Seite: 19
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1883/0025
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
DI UNA NECROPOLI BARBARICA

collina posta fra Moncalieri e Trofarello , in assai estesi
limiti, indicati dai molti ruderi che negli scavi si scoprono.

Anche noi, presso la borgata Moriondo, abbiamo scoperto
tombe romane con urne, anfore, coppe, piattelli ed altri
vasi, e con oggetti e monili, che indicano come ivi esi-
stesse una agiata popolazione. Le medaglie rinvenute sono
dell'ultimo secolo della repubblica, e del primo dell'impero.

Chiari autori attestano che già sin dall'anno 160 vi si
elevasse un tempio in onor della B. Vergine (i). Altri rife-
riscono una lettera diretta nel 360 a quello, e ad altri vicini
municipi, da S. Eusebio vescovo di Vercelli (2). Le varie
croci in lastra d'oro trovate nelle sepolture barbariche
dimostrano pure che la straniera gente che ivi abitò era
già legata alla cristiana fede (3).

La situazione di Testona sulla linea percorsa da una
delle principali strade, che in prosecuzione della via Emilia
per Tortona ed Asti metteva ad un importante valico al-
pino, e la sua vicinanza ad esso poterono darle una notevole
importanza ai tempi della romana potenza, e di poi all'e-
poca delle invasioni barbariche, come stazione acconcia a
tenere e sorvegliare il passo delle Alpi. Ne cessò questa
importanza verso il 1000 e quando la terra, come le altre
città italiane, si reggeva a comune, poiché giovandosi della
circostanza che il ricco commercio degli Astigiani e dei
Genovesi colla Francia, si faceva appunto per una strada,
che passando presso a Testona volgeva direttamente alla

(1) Ughelli, Italia sacra, de Episcopis Taurinensibus.— Monbelli,
La Corte santificata dalla vita e virtù del beato Bernardo marchese
di Baden, 1722, pag. 122. Tenivelli, Decadi piemontesi.

(2) Durandi, Dell'antica condizione del Vercellese. — Fabretti,
Dell'antica città di Industria.

(3) V. tavola III, fig. 16, 17, 18, 19.
loading ...