Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 4.1883

Seite: 245
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1883/0251
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
DI UNA STATUETTA DEL SONNO

245

sicuro per la distinzione non ci sia. Piuttosto io credo debba
considerarsi come opera moderna un monumento del Sonno
della collezione Giustiniani (1), posto, pare al Clarac (2), su
di una tomba, monumento che mi indugio a descrivere
minutamente, affinchè il lettore possa aver maggior agio di
farne il confronto cogli altri ; e un confronto è possibile e
non inutile.

Non è più il putto delle altre rappresentazioni, che noi
dobbiamo imaginarci di avere davanti agli occhi, ma una
figura alata, con forme non infantili e che, a giudicarla dalla
testa, rappresenta un efebo e non un putto. Questa figura
giace coricata sul dorso, porta la mano sinistra — atteg-
giamento nuovo — sulla spalla destra ed è coperta di un
drappo. Il drappo nasconde il bassoventre e parte delle
cosce: e sul drappo posa la mano destra. In luogo di uno
di quei piccoli Hypnoi, di quei genii del Sonno, che si è
veduto essere così frequenti nell'arte antica, abbiamo nel
monumento della collezione Giustiniani un vero Hypnos
adolescente, in attitudine di ineccitabile quiete. L'artista
volle essere originale e si scostò dalle solite rappresentazioni
del dio del Sonno bambino é fanciullo; senonchè preso da
uno scrupolo, che non si sarebbe fatto strada così agevol-
mente nell'animo di uno scultore o di un pittore greco
o romano, con un anacronismo alla foglia di fico so-
stituì un drappo, la qual cosa, secondo me, dimostra, che
la statua della collezione Giustiniani potrebbe non essere
un monumento antico.

Sono tali in quella vece senza dubbio e pare rimontino
a un'antichità abbastanza lontana il torso di una statuetta

(1) Clarac, Op. cit., voi. IV, tav. 761 B, A 1861 B.

(2) Luogo cit.
loading ...