Bullettino di archeologia cristiana — 2.Ser.2.1871

Seite: 71
DOI Heft: DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bacr1871/0072
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
DI ARCHEOLOGIA CRISTIANA

71

NOTIZIE

Scoperte alle Acque Salvie

Nel fascicolo ultimo del 1869 narrai ed illustrai le scoperte
avvenute alle acque Salvie, massime nella chiesa dedicata alla
memoria del martirio dell'apostolo Paolo. Aggiungerò qualche
notizia a quelle che allora svolsi e dichiarai , e parlerò di
nuove scoperte avvenute di poi, e recentemente.

Graffiti ed epigrafi in armena lingua degli anni dell' èra
nostra 1267, 1305 ci hanno rivelato, che alla chiesa predetta
nei secoli XIII e XIV servirono monaci armeni. Indi nacque
in me il sospetto , che al santuario delle acque Salvie egual-
mente spetti 1' armena epigrafe dell' anno 1246 ora conservata
nel museo lateranense; della quale si ignorava donde essa fosse
venuta alla luce. Oggi posso additare con certezza a quale luogo
appartiene. Nelle schede epigrafiche del Suarez vescovo di Vai-
son 1 ho letto, che quell'epigrafe ai suoi dì si vedeva in s. Pe-
tri porticu e Poenitentiaria vetere Questa notizia restituisce
al Vaticano quell'illustre monumento d'un monastero di Arme-
ni nel secolo XIII. Imperocché appunto nel portico di s. Pie-
tro , ove fu la Poenitentiaria vetus , gli Armeni ebbero una
loro chiesa dedicata a s. Giacomo 5. Da ciò avvenne, che una

1 Cod. Vat. 9140 p. 103.
V. Bull. 1869 p. 90
loading ...