Arco, Karl
Delle arti e degli artefici di Mantova: notizie (Band 2) — Mantova, 1857

Page: 134
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arco1857bd2/0140
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
m

(2) — Quattro giorni prima clie fosse scritla questa lettera Lodovico Gonzaga era andato in Fraricia
per godervi della eredità di varie baronie lasciatagli da Mad. d’Alansone sua ava malerna. Da Lodovico de-
rivarono col progresso di tempo coloro che furono detti duca di Nivers e di Retel, e che poi dominarono

in Mantova.

— N.° 174 —

Bcscrizione di alcuni oggetti d’arte posseduti da Isabella Estense marchesa di Mantova, ed
©sogiita circa alla metà del secolo decimosesto, intitolandola uno inventario. (1)

Le mfrascritte robbe si sono trovale nello studio che è in corte vecchia appresso la grotta. (2)
Un quadro di pitlura di mano del già Mes. Lorenzo Costa pitlore cò diverse figure dentro che é
dalSato della finestra e con verdure dentro et una incoronatione.

E più un altro quadro di pillura appresso el soprascrito ne la medema faciata, di mano del
già Pielro Perugino nel qual è dipinto diversi amorini et altre varie figure de Ninfe stimulale da
detti amori, con alcuni alberi e verdurc.

E più un altro quadro di pillura appresso el soprascritlo nella medema faciata di mano del
gìà M. Andrea Manlegna nel qual è dipinto un Marte e una Venere che stano in piacere con un
Vulcano et un Orpheo che sona, con nove nimphe che balano.

E più dui quadri posti dal capo de la porla ne la intrala, di mano del già Antonio da Core-

gio, in uno dè quali è dìpinta l’istoria di Apolo e Marsia, ne l’allro è tre Verlù, cioe Giustizia
et Temperantia (e Fortezza) le quali insegnano ad un fanciullo misurare el tempo a ciò possa
esser coronato di lauro et aquistare la palma.

E più un quadro finto di bronzo sopra a la delta porta, di mano di M. Andrea Mantegna,
con quatro figure dentro.

E più un quadro a man sinistra de la fmestra, de mano de M. Lorenzo Cosla, in lo qual è

dipinto un archo triumphale e molte figure che fano una musica, con una fabula di Leda.

E più un altro quadro finlo di brongio posto sopra la porta ne lo intrare ne la Grota di
mano del delto Mantegna in lo quale è dipinto una nave di mare con alcune figure dentro et
una che cascha ne 1’ aqua.

E più un quadro di piltura posto allato sinistro de l’intrata de la Grotla, di mano de An-
drea Mantegna, ne! quale è depinta la Virtù che scaccia li vitii e vi è l’ Otio condotlo da la
Inerlia e la Ignorantia porlala da la Ingratitudine et Avaritia.

Et più un Cupido che dorme sopra una pelle di leone fatto da Prassitele. (o)

E più un altro Cupido chc dorme, di marmo da Carrara, fatto de mano di Michelc Agnolo
fìrentino. (4)

E più, una figurina fatta per una Cleopatra morla, dì marmo de Carrara.

— Nelia prima faciala de la Grotta.

E più una testa anticha d’ Otlavio, con una Lucilla et una Faustina. (5)

— Nella seconda — Un Claudio con la barba, una Livia augusla, un Gcrmanico giovane et
unà Faustìna vecchia.

E più una figura de Venere di marmorc antiquo, sopra la porta, a sedere con un vaso in
raamo, con duc teste di putlini de bronzo, uno per lato.

E più sopra la medema porta due figure di marmore moderne cioe una Leda et una Venere.

E più ne la facia de la porla a lato destro una testa di un Lutio Vero, a lalo sinistro una

iesla dun vecchio.

E più ne la medema facia una figura di marmore de una donna nuda a sedere che sona una
loading ...