Arco, Karl
Delle arti e degli artefici di Mantova: notizie (Band 2) — Mantova, 1857

Page: 146
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arco1857bd2/0152
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
i46

occorrenti ; Et volendo Noi con quel miglior modo che si può per beneficio universale di detto
stalo e dei suddilli nostri non solo provedere aìli danni passati ma assicurare ancora da quelli
cbe nell’ avvenire si potrebbono patire habbiamo pensato di deputar persona inielligente et perita
alla superiorità di esse acque, la quale con 1’ andare vedendo i luoghi et facendo porre in ese-
cutione gli opporluni rimedii, assicuri il paese da tanti danni et nell’ istesso tempo sotto la peri-
tia et disciplina sua si faccia qualche allevo, il quale in ogni caso sia allo a lal carico, et per
propria csperienza conoscendo i bisogni possa continovare in opera tanlo utile et profittevole. In
virtù dunque dello presenti noslre eleggiamo ct depuliamo a nostro beneplacilo Superior generale
di lutte l’acque di detto noslro stato il Mag. Mes. Gio. Angelo Berlazuolo della persona del
quale sappiamo quanto in tal carieo ci possiamo promettere havendo di già in diverse occasioni
pcr prova conosciuto la fede, diligenza, et suffìcienza sua. Con aulorità di fare in ogni luogo
tulle le provvisioni necessarie per bencficio et utile di esso noslro stato, dove si tratti di rinie-
diare a danni dell’acque, ct ad apportar utile col mezzo di dette acque cl cosi ancora per irrigar
prati, risarc el allre sorti di terreni. Et con autorità ancora di comandare a lulti i Giudici delle
digagne e dipendenti da loro et a tulti gli altri ufficiali i quali habbiano in qual si voglia modo
carico di acque. Volendo che il Maestrato, et tutti i Podeslà, Commissarii, Vicarii et Ufficiali fac-
ciano dare ogni aiulo di persone et d’ allre cosc al S. Bertazuolo in tulte le occorrenze perlinenti
a tal suo carico — Vogliamo che tutlc le lcrre sollopposte alle Digagne el che ponno patir danno
dalle acque over cavar ulile dall’opera sua, siano di chi si vogliano, nè ecccttuale neanche le

nostre, paghino indifferentemenle quallro denari et mezzo per biolca.(lo scritto quì

è corroso ed ininlclligibile) meno però quclle d’ Oglio, di Marcaria et Gazuolo et quelle del Ge-
nevro del Mincio, le quali non paghino se nò dui denari et mezzo per biolea ad esso sig. Berta-
zuolo con che esso habbia coì slipendio sud.° da provedere di sua borsa all’alloggiamento et alle
spese sue el de suoi et ancora alli loro cavalli. Et cosi egli et suoi successori in delto Ufficio, che
cosi comandiamo. In fede di che queslo sarà firmato et sigillato ecc. Di Mantova il l.° di
giugno 1596.

Carolus Calderinus cancellarius ecc.

Vincenzo ( L. S. )

ANNOTAZIONE

(i) — Questo ed il documento che riferiarao di seguito furono trascritti dagli autografi da noi posseduti.

_ n • 190. _

Decreto scritto aì 19 di giigno del 1603 da Vinceazo duca di Mantova, pel quale ordina a
Gabriele Bertazzolo di rilevare in disegno la topografia del Mantovano. (.Inedito)

Vincenzo ecc

Havendo noi comandalo al nob. Gabriele Bertazuolo noslro Ingegniero che ci faccia il dise-
gno di lutto queslo nostro stato cl perciò facendo bisogno ch’ cgli si trasferisca di luogo in luogo
per pigliare le misure delle strade, fiumi, confini, el altro che secondo la di lui diligenza (della
quale molto confidiamo) giudicherà essere ispediente : Comandiamo perciò a tutli li Ministri noslri,
Governalori, Podeslà, Commissarii, Vicarii et altri Ufficiali, chc gli preslino ogni aiuto cl gli fac-
ciano inollrc provedere di alloggiamenlo et utensili per se et suoi servitori el cavalli, dovendo
cgli quanlo alìe spese el cibarie farsi del suo, conforme alla conventione frà Noi e lui stabilita,
che in queslo la mente nostra non è che s’ aggravino li Gomuni, volendo però che gli diano di
loading ...