L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 1.1898

Page: 385
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1898/0444
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
I SARCOFAGI DEI REALI ANGIOINI

IN SANTA CHIARA DI NAPOLI

I.

Della chiesa angioina di Santa Chiara.

alla porta enorme di Santa Chiara, improntata di severità
medievale, si accede in una corte male lastricata, dove,
in un canto, stretto fra le casucce, si erge il cam-
panile fosco, quadrato come una fortezza.

Avanti alla facciata povera e nuda del tem-
pio, dove s'arrotonda un grande occhio tra-
forato e merlettato come una filigrana, si
eleva il picciol pronao diviso in vani saliènti
in linee agilissime di arco acuto. Nel vano
centrale si apre la porta maggiore della
chiesa, entro cui si vede tutto ciò che sei-
fcent'anni di vita italiana hanno potuto ac-
cumulare di bello e di grandioso in una
basilica prediletta d'una città artistica; in un
profluvio d'oro, in un disordinato e general
carico d'oro sono consparsi i più delicati
iori d'arte, i più fini merletti, a somiglianza
dei fiorami e delle chimere su l'ugual fondo d'un
paludamento orientale: e, tra il fulgore, i toni som-
messi, le mezze tinte indefinibili de'preziosi marmi,
ricchi dei supremi incanti d'arte primitiva, di misteri di
lontane vicende, de' ricordi delle gentildonne sepolte.
Era destino che su la severa disposizione delle vecchie linee del bel gotico italiano il
soffio profanatore della decadenza passasse con tutta la follìa del suo barocco; e allora le

L'Arte. I, 50.
loading ...