L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 7.1904

Page: 384
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1904/0439
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
3»4

MISCELLANEA

coronazione (fig. 7) nel centro, e attorno il Redentore
benedicente, l’Annunciazione, la Maddalena, due Sante
Monache recanti fiori e faci. Questi medaglioni sono
altrettanti piccoli capolavori, opera di un maestro molto
vicino a quello dell’ « Antiphonarium Chorale », se pur
non si tratta del medesimo come ha creduto di am-
mettere il Venturi dopo aver paragonata la Madonna
a lato della croce con quelle rappresentate nelle mi-
niature del codice.

Dopo aver accennato a queste splendide opere del
Trecento, che rappresentano quanto di più fine e de-

artisti che coltivarono la pittura a fresco o su tavola
si applicarono pure alla miniatura e vi portarono i loro
difetti peculiari che maggiormente appaiono nelle pic-
cole composizioni. Salvo un libro corale (Vet. H, n. 680)
scritto da Frate Benedetto Raynaldi da Siena e le cui
miniature si riconnettono alla scuola fiorentina di At-
tavante e del Corbizi, quanta povertà, quanta meschi-
nità negli altri codici esposti del 400 ! Gaetano Mi-
lanesi, 1 spinto da mal inteso amore di patria, con
troppa indulgenza ricorda fra gli illustri miniatori
di Siena: « Sano di Pietro le cui miniature riten-

licato arrivò a fare la scuola Senese, con qual coraggio
abbordare il xv, tanto dissimile dal secolo che lo aveva
preceduto? Nel campo della pittura vera e propria,
alle Vergini solenni e gentili di Duccio e Simone, an-
cora piene di maestà nella lor forma bizantineggiante,
vediamo sostituirsi per lo più quelle meschine di Sano
di Pietro, eseguite tutte sopra una medesima stampa,
dai grandi occhi fissi, enormi puppattole prive di pen-
siero e di sentimento. Disgraziatamente i medesimi

gono gran parte delle qualità tecniche ed estetiche
che lo resero rarissimo fra i pittori senesi del xv, e
Giovanni di Paolo di gran fantasia se non di corretto
disegno che usò nei suoi lavori di minio tutte le in-
dustrie e le diligenze minute di quest’ esercizio ».
A questi due nomi il Milanesi, per essere completo,
poteva aggiungere quelli di Neroccio e di Matteo di

1 Carte Manoscritte di Gaetano Milanesi nella Biblioteca co-
munale di Siena. V. Misceli., p. Ili, 31.

Libro Corale

Fig. 8

— Giovanni di Paolo: La missione degli Apostoli. Siena, Biblioteca comunale:

(Fotografia Brogi)
loading ...