L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 25.1922

Page: 145
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1922/0171
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
OGGETTI D'ARTE E DI STORIA RESTITUITI DALL'AUSTRI A-UNGHERIA 145

come nel secolo ix s'involsero di un simile tessuto
le spoglie dei martiri Gervaso e Protaso a Milano.
Mentre Trento riavrà, insieme con il Sacramentario,
il prezioso Evangelario purpureo latino del secolo v,
e i codici musicali trentini del secolo xv, Pirano
si glorierà di nuovo della sua cassettina civile
bizantina (fig. 3) trovatasi, alla fine del Cinque-
cento, nella cripta dell'antica chiesa di San Giorgio
in epici luogo. E Venezia esulterà a ricevere il
reliquiario del Cardinal Bessarione (fig. 4), gran

Fig. 6 — Alvise Vivarini: Madonna.

tesoro della Scuola della Carità, come la croce in
cristallo di rocca (fig. 5), con fornimenti di figure
in rilievo, già nella Scuola di San Teodoro.

Tra le pitture del '.]Oo, ricordiamo la Madonna
col Bambino e due angeli musicanti di Alvise Vi-
varini (fig. 6), già nel convento di San Bernardino
a Pirano, propria del periodo in cui la fibra rude
del Muranese, seguace di Antonello, s'ingentilisce
per la visione delle liriche opere di Giambellino.

Tra le sculture, Amore che spezza l'arco (fig. 7),
meravigliosa forma tesa di slancio dalla punta
dei piedi alle mani chiuse sui tronconi dell'arco,
capolavoro della statuaria donatelliana per la

perfetta sintesi lineare, che a tutto il corpo liscio
solido e snello imprime la curva tesa di un arco.
Abbandonate le ricerche pittoriche proprie allo
scalpello donatelliano, che sprizza scintille dalle
angolosità minute dei piani, dalla complicazione
delle pieghe, dagl'incroci di linee, lo scultore s'im-
merge nella contemplazione della bellezza formale,
lavorando a un tornio prodigioso il corpo dai
contorni impeccabili, che segue, con grazia ro-
busta di arboscello pieghevole, lo slancio delle

Fig. 7 — Amore che spezza l'arco.

braccia, e sembra spiccarsi da terra, in una offerta
suprema.

L'arte medaglistica è rappresentata da due
bronzi del Caradosso, con Fatiche d'Ercole, parte
di una serie della quale si conoscono, oltre questi,
tre altri medaglioni, due nel Victoria and Albert
Museum, uno nell'Hofmuseum di Vienna. Pos-
siamo qui offrire 1 la riproduzione di Ertole e

1 Per questa, come per le altre illustrazioni cortese-
mente forniteci, dobbiamo gratitudine al Comm. Giovanni
Bcltraini, Direttore del Museo l'oidi Pezzoli e dell'Acca-
demia di Brera.

L'Arte. XXIV, 19.
loading ...