L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 26.1923

Page: 157
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1923/0179
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
UNA MOSTRA DI ANTICA PITTURA LOMBARDA

157

bardi, di un lago e di monti con la maniera franca e disinvolta, sebbene frettolosa, che
ritroviamo nelle grandi pale da altare. Ed infatti li riconosciamo subito come parti
di un'ancona scomposta. C'è inoltre di Marco una bellissima Madonna col Bambino del
comm. A. Vonwiller, già pubblicata dal Suida.1 Essa nel fine e caldo sfumato dei volti,
nelle nobili vesti che hanno preziose tonalità di rosso-granato e squilli di giallo, ci ap-
pare un capolavoro dell'artista da potersi avvicinare, per qualità, al Salvator Mundi della
Galleria Borghese a Roma.

Fra le opere degli altri leonardeschi — a parte una mezza figura di donna nuda del
sig. Kaupe, opera leziosissima ma diligente di un pittore anonimo la quale ripete l'atteg-

Fig. 8. — Ambrogio de Predisi Gian Galeazzo Sforza.
Milano, Conti Porro.

giamento della Gioconda — noto una Salomc con la testa di Giovanni di Andrea Solario,
appartenente alla Raccolta Gualino, replica del quadro firmato dall'artista nella Galleria
di Oldemburgo, con qualche preziosa variante nelle vesti, da ravvicinarsi per stile alla
Suonatricc della Collezione Hertz.

Un Tondo della Duchessa Melzi d'Eni con la Vergine genuflessa, il Bimbo e S. Gio-
vannino in un paesaggio, derivato da una composizione leonardesca di cui il Suida ricorda,
oltre questa, altre repliche agli Uffizi, nella Galleria Borghese e nella Galleria Nazionale
di Budapest,2 porta il nome di Cesare da Sesto. Ma il lieve leonardismo del quadro è così
sobrio e sono, d'altra parte, così forti gli elementi di forma e di colore schiettamente
fiorentini che lo crederemmo piuttosto del Franciabigio.

1 In Monatsh. cit., pag. 266. d'Eril è riprodotto sotto il nome di Cesare da Sesto

2 In Monatshefle cit., pag. 284. Il tondo Melzi dal Carotti, op. cit., tav. a pag. 17.
loading ...