L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 27.1924

Page: 30
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1924/0056
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
30

LANCILLOTTO MARIOTTI

i personaggi, sebbene, spesso, risultino troppo carichi di ornamenti e di tinte forti e sma-
glianti. Il ritratto di Luisa Lucrezia Marainus, nel magazzino della galleria Borghese,
ce ne offre un esempio: vivacità di colori e sfolgorio di pietre preziose. Alla mancanza
dei lineamenti aggraziati della ricca dama, suppliscono la freschezza della carnagione
e gli occhi cerchiati di ombre trasparenti. Una interpretazione fisionomica più acuta l'ab-
biamo, invece, nel ritratto di dama a mezzo busto, nella galleria Borghese. A parte qualche

Fig. 3. —■ Scipione Pulzone :
Ritratto di Marcantonio Colonna. Roma, Galleria Colonna.

difetto di struttura e di modellato, (il braccio sinistro sproporzionato e inelegante, la
mano fiaccamente eseguita), possiamo ritenerlo come una buona espressione dell'arte
pulzoniana. Non sapremmo meglio rappresentarci un tipo di carattere imperioso e gla-
ciale. Nel lividore delle carni, nella fissità degli occhi impietriti, nel taglio sottile della
bocca è impressa una volontà tenace e inflessibile; e ogni particolare tende a determi-
nare e a rafforzare quel carattere: le occhiaie fortemente rilevate, i lacrimatoi e le pal-
pebre sanguigni, la mano esangue dalle dita esili e nervose.

Il ritratto di Marcantonio Colonna (fig. 3) palesa la derivazione dal Bronzino,
con il quale il Pulzone sembra avere delle affinità nella pacatezza delle figure e nella
precisione dei contorni. Le manchevolezze di struttura e di intonazione, che spesso
loading ...