Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 1.1875

Seite: 153
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1875/0162
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
ABBADIA DI S. ANTONIO DI RANVERSO, ECC.

'53

Convento di S. Francesco al Bosco. — Nella chiesa del
convento dei Cappuccini, detto di S. Francesco al Bosco,
su per la montagna della Sagra di S. Michele, esisteva una
tavola del Defendente segnata come quella di Ivrea, però
con data diversa: P ISZ4 rappresentante una pietà o ver-
gine addolorata che riceve il corpo del divino figliuolo Gesù,
corteggiata da coro di angioli; a destra S. Francesco d'Assisi
ed a sinistra S. Clara armata di ostensorio. Questa tavola
ha molta rassomiglianza con quella di Ivrea.
Questo dipinto passò, in un col convento, in proprietà del
procuratore Martino, e quindi al signor D'Aigremont che lo
fece ristorare dal professore Rodolfo Morgari.
Madonna dei Laghi. — La chiesa del convento dei cap-
puccini, cosi detta della Madonna dei laghi, sta fuori di
Avigliana verso il meriggio e sulla sponda di uno dei laghi,
i quali prendono il nome dalla città stessa.
Sopra l'altare maggiore ammirasi un trittico con predella
indubitatamente del Defendente De Ferraris. La tradizione
vuole che desso fosse donato a quei frati da Carlo Ema-
nuele I duca di Savoia.
Nel centro è dipinta l'annunziazione. L'arcangelo Gabriele
eleva il giglio colla destra, e colla sinistra svolge un nastro
sul quale sta scritto: ave gratia piena. Nello scomparto a
sinistra è effigiato S.Sebastiano, e nella parte destra sta di-
pinto S. Rocco.
Una vaga predella sta sotto il triptico divisa in tre scom-
parti rappresentanti la visitazione di Maria a S. Elisabetta,
la nascita di Gesù ed adorazione dei pastori, e per ultimo
l'adorazione dei re magi.
loading ...