Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 2.1878

Page: 122
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1878/0129
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
122

ARCHEOLOGIA E E ELLE ARTI

miglior partito di offrire il raccolto man mano, che va
acquistando una sufficiente importanza. Facendo in questo
modo non si corre il pericolo di perder il tutto per aver
voluto abbracciar troppo; e chi si occupa di studi artistici
potrà forse incontrare nelle isolate notizie, offertegli fin
d'ora, gemme da incastrare nelle sue pubblicazioni.

Fu scritto che il Piemonte, per la natura de' suoi abi-
tatori, dediti sempre alle armi, non potè dare all'Italia
molti artisti. Chi nasce artista, o si sente propenso ad un
arte, difficilmente rinnega alle sue aspirazioni, quand'anche
si trovi in terreno e condizioni avverse o poco propizie;
piuttosto emigra per trovar altro cielo più confacente. E
necessario pertanto ricercare i nostri artisti fuori di patria,
e specialmente nelll' alma città, che fu per tanti secoli la
calamita, il ricettacolo del mondo artistico.

Più povero è un paese di questo o di quell'altro pro-
dotto, e più ne tien cura nel farne la raccolta; così io
feci nelle mie ricerche archivistiche intorno agli artisti
subalpini. Se taluno poi mi osservasse che non tutti i
presentati ponno pretendere a tale titolo, ma piuttosto
dovrebbero dirsi artigiani, risponderei prima di tutto col
Lanzi: « Perciocché tacere il mediocre è industria di buon
oratore, non uffizio di buon istorico » (i).

E per altra parte difficilmente un'artista può esser giu-
dicato da scarse partite de' suoi conti, quando trattisi di
pittore o scultore sconosciuto. Infatto trovai Giovanni da
Udine, Pierin del Vaga, Girolamo Sicciolante, Carlo Ma-
ratta ed altri ben noti pittori, che non isdegnarono dipin-
gere bandiere, scabelli ed attrezzi funerari. Riscontrai Paolo
di Mariano, Leonardo Sormanni, il Sonzino ed altri buoni
scultori, che si adattavano a formare palle di marmo per

(i) Lanzi. Storia pittorica dell'Italia; Prefazione.
loading ...