Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 2.1878

Seite: 279
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1878/0300
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
EDIFIC1I E MONUMENTI NAZIONALI DEL PIEMONTE

279

V. Bagnasco.

Cappella del Cimitero di Bagnasco (li.).

VI. Albugnano.

Cappella del Cimitero di Albugnano (là.).

VII. Ve^olano.

Abbazia di Vezzolano (1), chiesa con chiostro, intitolata a S. Maria.
E tradizione, che questo monumento sacro fosse edificato da Carlo
Magno e ampliato nel secolo xi; e la tradizione parrebbe confermata da
un vetusto dipinto nelle pareti dell'antico claustro, raffigurante Carlo
Magno che invoca la Madonna.

Anticamente era abbazia o prepositura dei canonici regolari di
S. Agostino, detti anche Lateranensi; ora è proprietà degli eredi del
comm. Serafino, che fu consigliere della Corte dei conti.

E importante per l'architettura romanica o bizantina, del secolo ix
al finire del xn. Sono da ricordare specialmente, oltre il chiostro e la
facciata del tempio, l'abside, il nartece o anbone, galleria che tra-
mezza la chiesa, la tribuna posata su cinque arcate sorrette da co-
lonne, i molti capitelli, discretamente conservati, varii per la forma,
di stile lombardo.

Una illustrazione di questo monumento, in mediocre stato di con-
servazione (2), trovasi nelP effemeride torinese l'Arte in Italia ( an. 1,
1869 , pag. 57), ove leggonsi pure due articoli descrittivi del conte
Edoardo Mella. Altre notizie raccolgonsi dai documenti di Storia
patria per cura del cav. Giuseppe Manuel di S. Giovanni.

È assai pregevole intorno a questo monumento l'opera di recente
pubblicata dal sac. cav. Antonio Bosio (Tip. Collegio degli Artigianelli
Torino, corso Palestro r4), col titolo Storia dell'antica Abbadia e San-
tuario di N. S. di Vefóolano (Biscarra).

(1) Presso Albugnano nei colli dell'Astigiano.

(2) Venne riparato accuratamente dai proprietarii con l'assistenza del giovane artista
conte Curbis, che attende ai restauri con molto accorgimento.
loading ...