Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 3.1880

Seite: 36
DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1880/0040
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
36 ARCHEOLOGIA E BELLE ARTI

torà, come ebbe a dire il Vernazza (1), si conservino i disegni
che fece il capitano Ronzini, quando nel 1752 fu mandato
dal Re in compagnia dell'abate Rivautella a dirigere gli sca-
vamenti.

Le ricerche scientifiche cessarono per alcuni anni, ma
continuarono sempre gli scavi per l'acquisto di pietre e di
mattoni. « Da detto tempo [1752], seguita a dire il Bracco,
sino all'anno scorso [1763] non si sono più fatte alcune ricerche
da veruno, se non che escavazioni di materiali dai proprie-
tari de' campi per renderli a più comoda coltura, e non si
sono ritrovate cose antiche e riguardevoli, per quanto sia
a mia notizia ».

Si ripresero le escavazioni nell'anno 1763 per opera di don
Novarese curato di Cocconito, con l'intelligenza dei regii
ministri e colla richiesta governativa di appoggio dalla comu-
nità di Montcu. E qui pure ci soccorre la relazione del Bracco:
« Nell'ora scorso anno [763 poi è venuto in questo luogo
per l'effetto di dette ricerche d'antichità il sig. don Novarese
curato di Cocconito pur accompagnato con lettera della
segreteria di Stato degli affari interni in data 18 aprile detto
anno, diretta a questo ufficio (2) all'oggetto che non solo non

(1) Mem. dell'Accad. delle sciente, XXIII, 22L

(2) // Molto ili. sig. oss. — Il sig. D. Novarese curato di Cocconito
dovendo, secondo le intenzioni di S. M., per sè e per mezzo del signor
Faldella di Brosolo di lui nipote, devenire a qualche ricerca in alcuni
siti di codesto territorio di Monteu dal Po, con impiegare a questò
fine quel numero di operai, che nelle circostanze conoscerà necessario,
la M. S. mi ha comandato di partecipare V. S. molto ili. di questa sua
reale intenzione, affinchè, come giusdicente, ne faccia consapevole co-
desta Comunità, onde non solamente non venga recato impedimento
alcuno nella detta ricerca od all'accennato di lui nipote quell'assistenza,
che potesse loro essere necessaria, e dovrà V. S. molto ili. prestar
loro tutta la mano per la custodia di quelle cose, che riusciranno rin-
venirsi nelle dette ricerche, le quali l'accennato sig. curato 0 il di lui
nipote sono in obbligo di consegnarle per essere poste in sicuro, e
loading ...