Bullettino archeologico Napoletano — 2.1843-1844 (1844)

Page: 41
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1843_1844/0045
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BULLETTINO ARCHEOLOGICO NAPOLETANO.

N.° XXIII (6 dell'anno II) — i Marzo i844-
Gliarticoli\ che non hanno alcuna sottoscrizione, sono dell'editore cav. Francesco M. Avellino.

Monete inedite o rare — Tre antiche iscrizioni presso Napoli (altra in Sorrento) — Bibliografia.
A nnali dell'istituto del 1842 (sarcofago con Protesilao e Lao lamia in Napoli, continuazione).

Monete inedile 0 rare.

Olfra lo monete venosine che abbiamo fatto incidere
nella tav. II di questo secondo anno del nostro bullelti-
no, e di cui abbiamo ragionato nel numero precedente,
ne abbiamo nella stessa tavola fatto incidere anche al-
cune altre, delle quali ora brevemente diremo :

Neapolis Campaniae) 1. La bellissima medaglia
napoletana, che vedesi incisa nella figura 12 della citata
tavola, è quella stessa che ha pubblicata recentemente il
sig. duca di Luynes e della quale abbiamo tenuto ragio-
namento sopra a pag.2'6 e seg. Dopo avere già pubbli-
cato le nostre osservazioni relative alla bella ed importan-
te jonica epigrafe di questa medaglia,la quale è piena-
mente in corrispondenza colla origine cumana della città
nostra, abbiamo veduto nelle mani del eh. nostro collega
il principe di S. Giorgio un getto in gesso tratto già
dalla medaglia stessa che ora è nel musco del sig. duca
di Luynes. E poiché ci è sembrato che esso confermi in
modo da non potersene far dubbio l'epigrafe bustrophe-
don NEHPOV , abbiamo creduto utile farne trarre
il disegno che qui pubblichiamo , e che corrisponde per
altro pienamente a quello che lo stesso sig. duca di Luy-
nes ne ha dato colla usata sua esattezza : per la qual
cosa crediamo che non possa più muoversi alcun dubbio
sul jonismo di questa epigrafe , escluso qualunque do-
risrao , del quale non diremo già col nostro Martorelli
( Ilice, calam. pag. 5o8 ) che i Napoletani il fuggiva-
no sempre cane pejus et angue, poiché 1' Eckhcl (sijl-
loge pag. 2) pubblicando una moneta napoletana col-
la dorica epigrafe NEOPOAITAZ ha già smentila
una asserzione cosi generale.Ben però ci sembra potersi
dire che le tracce del dorismo in Napoli sieno assai li-
mitate e scarse, e ( se così è permesso chiamarle ) h\g-

ANNO 11,

gilive : mentre ed in Coma ed in Napoli il Jonismo ,
com^ abbiamo già altrove notalo , era dominante , e
precisamente ne1 tempi più antichi crediamo essere stato
puro , e solo , ciò deducendosi appunto dalle origini
di queste duo illustri città.

2. Una seconda importante ed arcaica medaglia della
nostra Napoli è qui da noi pubblicata sotto il num. ii>
della stessa tavola II. Era essa presso il eh. sig. conte di
Mazzalaves D.Raffaele Milano, il quale negli anni scorsi
ebbe la bontà di farcene trarre il disegno, che or qui ne
diamo. Singolare è in questa medaglia la testa giovanile
e cinta di diadema nel ritto , la quale potrebbe a primo
aspetto sembrar muliebre , anche perchè la chioma nel-
la parte laterale e posteriore è alquanto in su rilevala,
ciò che convenir sembra a muliebre piuttosto che a viri-
le acconciatura. Pure I1 assoluta mancanza di pendenti e
di monile mi fa creder piuttosto un nume effigiato
nel ritto , e questo parmi che a motivo appunto di quel-
la chioma così prolissa e rilevata credersi deggia Apollo,
e precisamente quel così celebrato cumanus Apollo
( "Virgil. Aencid. lib. IV v. 9) , che ricordar potea
nelle monete napoletane la origine cumana di questa
città nostra. Notevole è inlanlo la circostanza , che di
gran lunga aumentava il pregio di questa singoiar mo-
neta , cioè che ebbe essa innanzi alla lesta del ritlo una
epigrafe, che sventuratamente,tanto per difetto del conio,
quanto per poca conservazione, non lasciava che dubbie
tracce. E per questa incertezza appunto nel disegno non
si sono queste lettere aggiunte. Al possessore della me-
daglia sembrava vedere le Ire ultime lettere della epigra-
fe AON col N retrogrado, ed erasi anche creduto che
potessero esse contenere il cominciamento della voce
NOAAION per NHAAIHN e che la medaglia fosse di
concordia tra Nola e Napoli. Ma certamente se chiare

6
loading ...