Bullettino archeologico Napoletano — 5.1846-1847

Page: 9
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1846_1847/0011
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BULLETTINO ARCHEOLOGICO NAPOLETANO.

N.° LXXII (2 dell'anno V) — i Dicembre iS46.

Gli articoli, che non hanno alcuna sottoscrizione, sono dell'editore cav. Francesco M. Avellino.

Notizia degli scavi di Pompei fino ad ottobre del 1846: continuazione dell' articolo inserito nel numero
precedente — Lettera del eh. sig. dott. Giovanni Franz al sig. Giulio Minervini intorno alla napoletana
iscrizione di Telila Casta — Notizia di un antica iscrizione in dialetto messapico.

Notizia degli scavi di Pompei fino ad ottobre del stesso, ed è appunto quello che nel peristilio introduce.
l846: continuazione dell'articolo inserito nel L'androne ha pavimento signino , soglia di pietra ve-
numero precedente. suviana, ed è pure in declivio verso il vicolo, come es-
ser sogliono gli androni principali delle case. Le mura
La prima di queste case ha il suo ingresso alla si- su fondo rosso avean dipinte alcune cornicene ora pres-
nistra di chi dalla strada della Fortuna entri in quel so che interamente perdute. Nel muro a sinistra enlran-
vico, ma questo ingresso non è che secondario, avendo do leggemmo graffiti questi nomi tutti di felice signi-
la sua porta da via («ù'Xeios ^up*) sulla strada stessa ficazione :

della Fortuna. Questa porta, e l'androne , e l'atrio col- FAVSTVS FIIL1X FLO (rusì)

le sue ali e conclavi, come pure il tablino colle fauci, e

due triclinii, che Io fiancheggiano, trovansi da più anni Da questo androne si passa nel già detto peristilio
scoperti. Ora per questa porta secondaria , di cui di- che è assai spazioso e di forma rettangolare, avendo
ciamo, si è avuto l'ingresso nel peristilio, che tuttavia volto il suo lato più breve verso il tablino che rimansi alla
rimaneva a scoprire, ed al quale si passa ugualmente, sinistra di chi dal descritto androne s'introduce nel peri-
come al solito, dal tablino. stilio. Ed a sinistra ancora è il cominciamento di quella
La parete , che chiude questa casa dalla parte del scaletta pocanzi ricordala che conduceva a' cenacoli su-
vico già detto, ha rozzo e cadente intonico. Una iscri- periori, i quali erano certamente destinati a locarsi
zione dipinta su di essa presso al cantone eh' essa fa agi' inquilini. Vedi le cose notate nella mia descrizione
verso la strada della Fortuna , lettavi da più anni , ed della seconda casa pompejana alle spalle del tempio
ora in gran parte consumala , dicea della Fortuna pag.32 seg. E dee notarsi la conveniente

_ .. _ disposizione di quesla scala messa da presso all' uscita

M. SAMELLIVM AED (monoqr. di quattro lettere) , , . .... 1 ., , D . . * .

* J y ' che nel peristilio avea 1 androne. Poiché per questo an-

M. CERRIN1VM VAT. AED. D1GNVM ROG. , K ........ ,

drone, che non era il principale, I inquilino delle stanze

FRVCTOAET10 FL0R° ET superiori passar potea dal vico nel peristilio, e da questo

ascendere alla sua dimora senza traversar Y atrio , e le

SABINO H1C ET VBIQVt , . „ , , , , , r . .

x iauci. E nel tempo stesso che a questo unzio serviva

E notevole che prima di giugnersi alla porla la quale , l'androne posto nel vico, servir potea pure di uscita

come dicemmo, inlroduce nel peristilio, altra se ne tro- segreta (posticum) alla principale abitazione, che avea ,

va, che inlroduce in una rozza stanzetta con diversi pog- come abbiamo già detto, la principale sua uscita sulla

guioli ed una gran vasca di fabbrica. Questa stanzetta strada grande.

trovasi in parte sottoposta ad una scala, di cui saremo 11 peristilio ha pavimento di lastrico, e grosso zoccolo

per dire ragionando del peristilio. Contiguo immediala- nero con ornamenli di piccole cornici è sulle sue mura

mente è nn piccolo androne con ampia apertura sul vicolo dipinto. Nel mezzo cinque colonne di mattoni prive di
anno k 2
loading ...