Bullettino archeologico Napoletano — N.S.5.1856-1857

Page: 33
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1856_1857/0041
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BALLETTINO ARCHEOLOGICO NAPOLITANO.

NUOVA SERIE

N.° 103. (5. dell' anno V.) Novembre 1856.

Notizia de più recenti scavi di Pompei. Terme alla strada Slabiana. Continuazione del n. 95. — Di alcuni
traili delle due nuove orazioni d'Iperide riguardanti V archeologia.—Sileni e Baccante in vaso dipìnto. —
Antichità elleniche.

Notizia de più recenti scaci di Pompei. Terme alla altro somigliante riquadro con grifo fra due delfini :

strada Stabiana. Continuazione del u. 95: cf. n. a d. sono egualmente due riquadri in campo giallo;

98 p. 186 dell' anno IV. nel primo è figurato un toro marino fra due delfini,

e nel secondo un ippocampo , o piuttosto un asino
marino, fra due delfini. In mezzo vedesi in campo
Ora che è stato interamente disgombro dalle terre verde una donna, e poco lungi un uccello acquatico
il piccolo compreso a destra, del quale cominciano- con piume dipinte di bianco e di nero: e presso è al-
mo a discorrere nel precedente anno di questo bui- tra donna coronala , con patera e prochoos, avente a
lettino p. 162 , ci è dato offrirne una esatta e piena sè vicino un simile acquatico uccello con penne biau-
descrizione. Principiando a dir de'dipinli, noterò che che e nere. La patera trovasi ne'monumenti eretti da'
ne'quattro angoli veggonsi piante crasse ed acquati- Romani alle egizie divinità (Grut. pag. LXXXII n.
che. Entrando dal grande atrio, il muro a sinistra 4); e comparisce altresì ne'monumenti di puro stile
si vede in gran parte caduto, crollato l'arco, e per- egiziano. Ma sono principalmente da ricordare a con-
futo l'inlonico insieme colle pitture, che lo fregia- fronto della presente figura le seguenti autorità. Lo
Vano. Scorgesi non pertanto presso l'angolo esterno atfovotiM, o sacro vaso delle libazioni, è memoralo
Una Sfinge sopra di un piedestallo , e sotto in una da Clemente Alessandrino ( slrom. lib. VI cap. 4 ) ,
gialla fascetta un marino toro fra due delfini. Presso e da Apulejo, il quale favella di un isiaco sacerdote
all'angolo interno è rimasto superstite alle ingiurie spondeo libans (metani, pag. 793 Oudend.). Diodoro
de' secoli il solo piedestallo , senza la Sfinge; e sotto parla delle xox' adoperate nel cullo egizio (lib. I. c.
vedi in giallo campo un grifo fra due delfini. Il muro 22 ) : ed agli arnesi delle libazioni ( 4»IAAHN KAI
di fronte è quasi identico a quello del compreso da SnON'AEION ) si accenna in alcune iscrizioni rela-
noi prima descritto, e eh'è di rimpetto a questo, di Uve al culto delle egiziane divinità (vedi il primola-
che ora discorriamo. Mirasi in esso lo stesso incavo scicolo della descrizione del ' tempio d1 Iside fatta da'
rettangolare con conchiglie e stalattiti, destinato cer- dotti Ercolanesi p. 77-78).' Sicché riportandoci alle
tamente per una fontana: a'due lati sono dipintele due scene de'popoli egizii, ed alle vicinanze del Nilo ,
Ninfe seminude con conca, da cui sgorga l'acqua, per- non sarà strano il ravvisare in questa donna che fa
lettamente come nell'altro compreso, e presso le stesse libazione una egizia sacerdotessa tenendo gli arnesi
piante ed i medesimi uccelli: a' due estremi a s. è una del suo ministero. Non, vorrei pertanto tralasciare di
Sfinge imberbe sopra un piedestallo, ed a d. un An- osservare che anche l'acquatico uccello aver può un
drosfinge barbato , come comparve pure altra volta sacro ed isiaco rapporto.

ne'pompeiani monumenti. Sotto a'detti piedestalli è Più ricco di ornati e di figure si è il muro a destra

Una gialla striscia , ed in essa vedi effigiato a s. un dell'entrata. Comincia con un piedestallo, sul quale un

riquadro con pantera marina fra due delfini, ed un Androsfiuge barbato : e seguono'piante verdeggianti,

ANJSO V. 5
loading ...