Bullettino archeologico Napoletano — N.S.5.1856-1857

Page: 73
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1856_1857/0081
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BALLETTINO ARCHEOLOGICO NAPOLITANO.

NUOVA SERIE

N.° 108. (10. dell1 anno V.) Gennaio 1857.

Osservazioni sopra alcune monete di M. Aurelio Imperatore.

Osscmazioni sopra alcune monete di M. Aurelio fatta da Antonino Pio per disposizione di Adriano ,

Imperatore. fu lasciata indecisa dall' Eckhel. Il eh. Borghesi da

prima fu d' avviso , eh' ella venisse unicamente de-

A detto dell' Eckhel , e d' altri molti, M. Aure- cisa in favore del Tillenaont, che la pose avvenuta

lio ehhe per madre Domilia Calvilla , cui et Lucillae vivente Adriano , pel riscontro dell' epislula Divo-

nomen fuit; ma il eh. Borghesi, seguendo il Marini, rum Hadriani et Antonini et Fratrum ad Caerellium

col riscontro segnatamente delle antiche figuline, e Priscum, allegata nelle Rcliquiae iuris civilis anteiu-

con altri argomenti, ha comprovato, eh' ella si chia- stimami, edite dal eh. Mai ( v. Giorn. Arcad. t.

mò unicamente Domilia Lucilla, Publii [dia, e che XXII p. 82);ma poscia convenne co! eh. Mommsen,

il nome Calvilla presso Capitolino ( in Marco c. 1 )', che in (piell'allegazione, invece di ex epistula, dehha

che altrove (cap. 6) la chiama Lucilla , ci sta uni- leggersi ex epislulis ; e quindi lascia tuttavia indecisa

canicnte per ahbaglio suo o degli amanuensi. Ella fu quella intricata questione ( annali ardi. t. XXV

figliuola di P. Calvisio Tulio due volte console , mo- p. 192 ).

glie di Annio Vero , e ci visse almeno fino all'anno L' Eckhel ( t. VIII p. 341 ) avvertì come M. Au-
156, sì che vide il suo figliuolo Cesare ed insignito relio Cesare , benché fatto partecipe dell' imperio
della tribunicia podestà e di duplice consolato (v. proconsolare, non trovasi mai insignito del prenome
Giorn. Arcad. t. I pag. 366-376 : Bull. arch. 1833 IMPERATOR. Nella bella prima lettera al suo mae-
p. 120). stro Frontone egli s'intitola M. CAESAR IMPERA-
LA ascendenza materna pertanto di M. Aurelio, TOR ; ed il eh. editore si avvisa , che non possa più
che il lodato Borghesi raccolse dalle figuline e dagli dirsi coli' Eckhel, che non y' ahbia monumento al-
scrittori antichi , è come segue. « Suo trisavolo fu cuno , in cui M. Aurelio Cesare fosse insignito del
Cn. Domitio Afro morto nell'anno 60; da cui furo- prenome IMPERATOR. Ma senza dire , che l'IM-
no adottati Lucano e Tulio figli di Sesto Litio ; am- PERATOR in quella lettera non è posto come pre-
bedue i quali assunsero perciò l'appellazione di Cn. nome, non è questa un monumento sincrono, e quel
Domitio. Lucano poi, che morì circa l'anno 95, da titolo pare aggiunto dagli amanuensi, anche perchè
una figlia di Curlilio Mancia generò Domilia Lucilla nell'altre sue lettere M. Aurelio s'intitola semplice-
maggiore , detta perciò figlia di Cneo , e adottata mente M. CAESAR , e Frontone mai non gli dà il
dallo zio Tulio, che mancò di vita circa il 110. prenome IMPERATOR.

Questa sposata a P. Calvisio Tulio diede i natali a II eh. Borghesi, nel suo dotto ragguaglio del nuo-

Lucilla minore , detta perciò figlia di Publio, e ma- vo digesto edito dal eh. Mai, fece fra l'altre la se-

ritata ad Annio Vero , a cui fra l'altra prole partorì guente insigne osservazione ( Giorn. Arcad. t. XXII.

M. Aurelio nel 121 ( Giorn. Arcad. I. c. ) ». p. 67-68): « Sommamente importante per la storia

La grave controversia de'cronologi intorno al- è la notizia dell'orazione di M. Aurelio, quam in ca-

V anno dell' adozione di M. Aurelio e di L. Vero, stris praetoriis recitavil Paullo ilerum et Aproniano

ANNO r. 10
loading ...