Bullettino archeologico Napoletano — N.S.6.1857-1858

Page: 137
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1857_1858/0145
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BALLETTINO ARCHEOLOGICO NAPOLETANO.

NUOVA SERIE
N.° 142. (18. dell' anno VI.) Maggio 1858

Del tipo della Concordia unanime nelle monete imperiali al declinare del secolo IV. — Riscontri numismatici
riguardanti frammenti degli annali di C. Granio Liciniano di recente pubblicali dal eh. Pertz [Berolini,
4857).—Di alcune medaglie Imperiali inedite di recente pubblicale nella Revue Ncmismàtique di Pari-
gi.—Osservazioni sopra alcuni monumenti epigrafici.

Del tipo della Concordia unanime nelle monete impe- colle braccia aperte suol dirsi Vittoria dai numografi ;

riali al declinare del secolo IV. ma (rovo buone ragioni per reputarla figura della

Concordia auspice ed autrice della Vittoria medesi-

Negli aurei degl' Imperatori cristiani , incomin- ma. L'atteggiamento stesso dei due Augusti, che se-
dando da Valentiniano seniore e venendo fino ad Ar- dendo in trono comune sostentano di conserto colle
cadio, ricorre il seguente tipo singolare, accompa- loro destre il globo della terra, appella manifesta-
gnalo dall'epigrafe VICTORIA AVGG , mente a concordia unanime. Nelle monete imperiali

Due augusti paludati sedenti eli prospetto in un trono del secondo e del terzo secolo la concordia coniugale

comune, e sostenenti di concerto colle destre V orbe del- dell'Augusto con 1' Augusta sua consorte è di sovente

V imiterò ; di retro ad essi sta una figura tunicata rappresentala dalla Concordia o da Giunone pronuba,

fornita di lunghe ali dislese e colle braccia aperte come o iuga che dir si voglia ( Eckhel t. VII p. 47, 107,

iii alto di abbracciarli e di congiungerli insieme: ap- 258, al. ), stante di mezzo ai due coniugi, quasi nel

pie del trono ergesi un ramiccllo, che sembra di palma; modo stesso che la figura alata di retro ai due Au-

c lo schienale del trono appare per lo più ornalo di un gusti negli aurei di Valentiniano seniore e dei suoi

come grande X-, o croce decussala , attorniala talora successori fino ad Arcadio. E tanto si conferma pel

da tre o più glóbettini, che forse rappresentano allret- riscontro di un aureo analogo di Valentiniano seniore,

tante perle o gemme. e di altro simile del suo fratello e collega Valente ,

I due Augusti sedenti in trono comune per lo più nel cui rovescio leggasi VIRTVS ROMANORVM at-
sono di pari grandezza ; ma negli aurei di Graziano torno ai due Augusti stanti paludati ed astati in atto
e di Valentiniano giuniore la figura sedente a destra di sostenere di conserto il globo dell' impero sor-
deli' altra è notevolmente più alta di quella; e mostra montalo dalia Vittoria, che stendendo le braccia pone
che sia così distinto per dignità Graziano medesimo una laurea in capo a ciascuno di loro ( Bandur. t. II
allor ch'egli nel 378 e nel susseguente anno 379 p. 457 coli, p. 449: Tauini p. 330 ). L' avviso mio
regnava con Valentiniano giuniore. Anche negli aurei parmi che si risolva in certezza pel riscontro di un
analoghi di Flavio Vittore, con la scritta BOXO REI- aureo di Teodosio Magno così descritto dall'accurato
PVBLICE (sic) NATI, il padre Magno Massimo, se- Bandurio ( t. II p. 506 , a ):
denle alla di lui destra, è di statura notevolmente D N THEODOSIVS P F AVG. Caput Theodosii
maggiore. Negli aurei di Teodosio Magno i due Au- corona gemmala cinclum,adpeclus cum paludamento.
gusti sedenti hanno quasi costantemente il capo ri- )( CONCORDIA AVGG. Impcratorcs duo sedentes
cinto di nimbo ; il quale ornamento ricorre talvolta a fronte, Victoria retro stante et ulrumque complcclen-
auche negli aurei dei due Valentiniaui e di Arcadio , te ; in ima parte COM AVR
e come pare anche in quelli di Eugenio tiranno. Ma la piena conferma della proposta interpreta-
La figura tunicata alata stante di retro al trono zìone ci viene donde altri se la sarebbe meno aspel-
an.\o ri. 18
loading ...