Bullettino della Commissione Archeologica Comunale di Roma — 22.1894

Page: 240
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bcom1894/0263
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
240 Nuove osservazioni sulle epigrafi votive ed onorarie ecc.

si rileva essere stata la capitale il luogo della rivolta. Ora se
non meno di tre monumenti col nome di Decio cancellato prov-
vengono dal Castro Pretorio, nasce subito il sospetto che la guardia
imperialo non sia stata estranea al fatto. Il nome stesso di
Iulius Valens ha il conio prettamente militare : se egli fu qualche
ufficiale dei pretoriani, ben si spiega la fretta colla quale fu abo-
lita la memoria del suo avversario nei monumenti che gli stavano
sotto gli occhi. La sua dominazione però fu di brevissima durata:
e quindi troviamo il nome di Decio restituito in alcune epigrafi
pretoriane, ed in altre (come l'iscrizione VI, 2814) non mai can-
cellato.

Ch. Hvìlsen.

( Continua)
loading ...