Bullettino della Commissione Archeologica Comunale di Roma — 22.1894

Seite: 241
DOI Heft: DOI Artikel: DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bcom1894/0264
Lizenz: Freier Zugang - alle Rechte vorbehalten Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
Un frammento di antico calendario recentemente scoperto in Roma 241

UN FRAMMENTO DI ANTICO CALENDARIO
RECENTEMENTE SCOPERTO IN ROMA

Il frammento di calendario marmoreo di cui qui diamo la
copia fu scoperto il giorno 5 luglio 1894 sulì'Esqiiiìino Oppio
e precisamente nell'orto innanzi al Colosseo in occasione dei lavori
per il prolungamento della via dei Serpenti. E dello spessore di
circa 4 centimetri, con lettere incise diligentemente in caratteri
dei primi tempi imperiali, e con tracce di rubricazione.

La scoperta di un calendario non è cosa frequente nei nostri
scavi ed è lungo tempo che siffatti monumenti epigrafici non si
rinvengono in Roma: onde l'odierno ritrovamento ha una certa
importanza fra le altre scoperte urbane e merita che se ne renda
subito conto nel nostro Bullettino comunale.

Tralascio di esporre quelle generali nozioni sugli antichi ca-
lendari romani che potrebbero pure essere desiderate da parecchi
lettori: perchè ciò renderebbe troppo prolisso il presente articolo
scritto quando già il fascicolo era in corso di stampa e perchè
sono cose già altra volta accennate nel Bullettino. Mi limiterò
pertanto a dare la copia del nuovo testo e ad unirvi un breve
commento sulle indicazioni in esso registrate (').

(') Ohi volesse avere notizie generali e precise sui calendari romani
vegga il Monimsen nel Corpus inscr. latin, voi. I, p. 293 segg. ; ed il
Marguardt, Ritmisene Staatsverwaltung, III, ]>. 277 e segg. — I principali
calendari antichi finora noti sono il Pinciano, il Ma/feiano, VAmiternino>
il Capranicense, YAnsiatino, il Sabino, il Prenestino di Verrio Fiacco ed il
Cerite trovato nel 1875 e pubblicato nel nostro Bullettino (1876, n. 1).
loading ...