Bullettino della Commissione Archeologica Comunale di Roma — 22.1894

Page: 255
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bcom1894/0278
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
Sull'orìgine della Cura tiberis

255

I primi curatores restituirono però anche qualche cippo della
terminazione del 700. Esiste infatti un tale termine in vigna Costa
sulla destra del Tevere presso il ponte della ferrovia a S. Paolo
all'angolo di una casa prima adibita per osteria. E alto in. 1,20,
largo m. 0,80 grosso mi 0,50 e vi si legge :

M-VALERIVS-M-F-ÌW • N
ME S S A L L A
P-SERVILIVS-C-F;ISAVRICVS-
CENSORES

EX • S • C ■ TERMIN • R • R • PROX • ClPP ■ Villi
CvRATORES'RIPARVM-QJ/I-PRImI-TERMINAVERViT
EX • S • C • RESTITVEVlT •

È utile forse aggiungere che tutti o quasi tutti i cippi re-
stituiti sono stati fatti all'epoca della restituzione stessa e la
formula curatores riparum ecc. è stata incisa dall'istessa mano,
che vi ha inciso le linee precedenti. Questo fatto risulta meglio
che altrove dal cippo avigusteo succitato, che si stacca da tutti gli
altri della terminazione del 747 sia per la forma delle lettere
sia per l'apparenza esterna e mostra di appartenere alla serie
dei cippi restituiti : forse appunto quest' apparenza ha contribuito
a che nelle Notizie degli scavi 1. c. venisse ascritto alla termi-
nazione di Vespasiano. Se si escludo che quella formula sia un' ag-
giunta posteriore, riesca strano un rifacimento dei cippi uno o
due anni dopo che erano stati messi al posto e con più proba-
bilità si attribuiranno all'epoca tiberiana, quando Tiberio e il
senato furono costretti a cercare remedium coercendi fluminiSj
dopo una grande piena, che avrà levati di posto i cippi preesistenti.

Se noi possedessimo un cippo da attribuirsi con certezza
all'epoca di Tiberio (giacché l'iscrizione di Caninio e colleghi
non è un vero cippo), si potrebbe forse avere un dato per giudicare
anche di quelli restituiti : ma s è perduto quello su cui è stata
fatta la copia edita nel G. I. Lat. VI 1237. Ne esiste un altro,
che pubblicherò altrove, ma ridotto in tale condizione che non
loading ...