Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: 38
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0056
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
3§ Le Vestigia di Roma Antica
La bocca. dell'Acquedotto, da cui in gran declivio
scorgava impetuosamente l'acqua , è la lettera A., il rialza-
mento a livello sui vano nel mezzo dell'edificio , fin alla sua
sommità, è la lettera B., indi cadendo all'intorno la seconda
cascata d'acqua per cordoni, è notata colla C., sono de'qua-
li per altra cordonata D. formava l'altra cascata d'acqua . Se
poi quella venisse racchiusa da qualche gran conca,ovvero per
comodo di levar la Cete al popolo , vi siano siate tazze , o
yasì all'intorno , lo giudichi chi vuole ; sol possò dire , che
tutta la mole dell'edificio in forma di Meta è coslrutta di
terracotta, in molti luoghi rovinata, onde non Ci sa sé siasia-
ta riveslita di ladre di marmo , ovver di soda composizione ,
simile a quella delle consèrve d'acqua di Tito , le quali si de*»
scriveranno a suo luogo .
Dell'Anfiteatro di Vespasiano n'espongo quesla picco-
la veduj


La
loading ...